Milan unito: il gruppo crede nella Champions League

Calhanoglu esulta in Fiorentina-Mila
Calhanoglu esulta in Fiorentina-Milan (©Getty Images)

NEWS MILAN – La corsa Champions League rimane aperta, matematicamente la squadra rossonera può ancora ambire al quarto posto. Le vittorie contro Bologna e Fiorentina hanno ridato un po’ di slancio al gruppo di Gennaro Gattuso.

Ma il Milan sa che non deve fermarsi, mancano due partite al termine del campionato e deve vincere tutte per sperare di farcela. Purtroppo, fare 6 punti può non bastare. Infatti, serve anche un passo falso di chi sta davanti. Il Diavolo è quinto con 62 punti, 3 in meno dell’Atalanta e 2 in meno dell’Inter. Ma quest’ultima gioca oggi contro il Chievo Verona, già retrocesso, a San Siro. Sulla carta, la formazione di Luciano Spalletti dovrebbe riuscire a conquistare il successo e a riportarsi in terza posizione a quota 66.

-> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle ultime news MilanLEGGI QUI.

Milan, sogno Champions League possibile: la squadra di Gattuso ci crede

La prossima giornata di campionato può essere cruciale, dato che il Milan ospita il Frosinone già retrocesso a San Siro e l’Atalanta invece giocherà a Torino contro la Juventus. Se la squadra di Gattuso dovesse vincere a quella di Gian Piero Gasperini perdesse all’Allianz Stadium, sarebbero i rossoneri a prendersi il quarto posto in virtù del migliore bilancio negli scontri diretti.

Come si evince dai post scritti sui social network dopo la vittoria sulla Fiorentina, i giocatori credono davvero nella possibilità di qualificarsi alla prossima edizione della Champions League. Il gruppo sembra esserci ricompattato per questo finale di stagione e c’è voglia di dare tutto per riuscire ad agguantare la quarta posizione in campionato. C’è la consapevolezza che non tutto dipende dal Milan, anche se i rivali davanti devono fare la loro parte commettendo passi falsi. Ad ogni modo, a Milanello pare tornare la giusta atmosfera. Forse un po’ tardi, dato che i ragazzi di Gattuso nel frattempo hanno buttato via molti punti e adesso si ritrovano non completamente padroni del proprio destino.

 

Redazione MilanLive.it