Gazzetta – Milan, niente Europa League: retroscena e scenari futuri

UEFA europa league
(foto UEFA)

Il Milan è fuori dall’Europa League. Non si tratta di una doccia fredda, come scrive la Gazzetta dello Sport di oggi, perché la notizia era nell’aria. Adesso c’è l’ufficialità, arrivata ieri intorno all’ora di pranzo.

Nella giornata di venerdì il primo comunicato è arrivato dal TAS, che ha ratificato il Consent Award fra il club e l’UEFA. Poi la società rossonera ha pubblicato una nota poco dopo sul proprio sito per spiegare le ragioni che l’hanno portata a scegliere questa strada. Una strada inevitabile dopo i disastri delle precedenti gestioni. Infine il tutto è stato ufficializzato anche dall’organo europeo. E adesso?

In termini pratici, il Milan oggi “sparisce” dai radar dell’UEFA, ma è chiaro che il club resta sotto osservazione. E quindi niente spese pazze, soprattutto perché l’anno prossimo, in tarda Primavera, immaginando i rossoneri in corsa per la qualificazione almeno in Europa League, l’UEFA prenderà ancora in esame la situazione finanziaria del club. Lo scenario più probabile è tornare a trattare un settlmenent agreement, cioè un piano di rientro a bilancio, triennale o quadriennale, senza defezioni ogni anno.

Per arrivare a questo però servono i requisiti giusti e il primo è dimostrare all’organo europeo di essere sulla strada giusta. E il Milan vuole farlo nel più breve tempo possibile. A partire proprio da questa campagna acquisti.

Sportitalia – Milan, niente Torreira: assalto a Praet. Rodriguez via

 

Redazione MilanLive.it