Calciomercato Milan: intervista a Dani Ceballos, che parla di futuro e della sua permanenza o meno al Real Madrid

Dani Ceballos
Dani Ceballos (Getty Images)

Dani Ceballos è stato a lungo accostato al Milan, anche per via del viaggio a Madrid di Maldini, Massara e Boban. In realtà i margini per trattare sono parecchio complicati, anche perché il prezzo del suo cartellino è tutt’altro che accessibile.

Lo spagnolo, prima dell’inizio dell’Europeo Under-21, aveva rilasciato un’intervista ai microfoni di Cadena Ser durante la quale si diceva pronto ad essere protagonista: “Voglio giocare, voglio essere felice, non voglio più stare seduto su una panchina, è tempo di fare un passo avanti. L’anno prossimo c’è l’Europeo e voglio esserci, ho già perso la Coppa del Mondo l’anno scorso. Il prossimo, sarà il mio anno”. 

Ceballos: “Pronto a lasciare il Real, ma…”

Se giocherà nel Real Madrid da titolare, è parecchio complicato (anche se le qualità dello spagnolo sono evidenti) e lui stesso è dubbioso in tal senso: “Onestamente, voglio giocare e so che nel Real Madrid è molto difficile, il tempo dirà se ho il livello per essere un giocatore da Real. Il mio obiettivo il prossimo anno è giocare a 40 partite ed essere importante nella squadra in cui giocherò”. 

IL MILAN SPNGE SU PRAET

Che lui sia pronto a lasciare il Real Madrid è chiaro, così come è ancora più palese che l’idea di essere un titolarissimo nei blancos, lo stuzzica eccome: “Il club mi ha chiarito che si fidano di me e spero di trionfare al Real Madrid, se non potrà essere così, allora dovremo cercare un’altra destinazione. Alla fine bisognerà parlarne e raggiungere un’intesa tra il club, l’allenatore e io. Tutti dobbiamo essere sulla stessa linea, e dopo tutto, la cosa migliore per tutti è che io mi senta importante e possa giocare 40 partite all’anno”. 

Alla luce di queste dichiarazioni, Ceballos dovrà incontrare il Real Madrid e parlare direttamente con Zidane per decidere il da farsi. Dopo l’Europeo U21 quindi, ormai giunto alla finale, è possibile ci possano essere nuovi risvolti per il Milan, in positivo o in negativo che sia.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it