San Siro, curve chiuse per le gare dell’Atalanta in Champions

L’Atalanta potrà utilizzare San Siro per le sfide in Champions League della prossima stagione, ma in formato molto ridotto

San Siro Giuseppe Meazza Stadio
San Siro (©Getty Images)

Ormai è deciso: l’Atalanta giocherà le sue prossime gare casalinghe in Champions League presso lo stadio di San Siro, come d’accordo con il Comune milanese.

I bergamaschi, che hanno raggiunto per la prima volta nella loro storia la qualificazione alla massima competizione europea per club, hanno bisogno di essere ospitati in un impianto di capienza superiore all’Azzurri d’Italia, anche per via dell’imminente ristrutturazione dello stadio orobico.

Milan e Inter, in precedenza scettiche al ‘prestito’ del Meazza, hanno accettato di ospitare l’Atalanta in Champions nel loro storico impianto. Ma ad alcune condizioni: come scrive Calcioefinanza.it, quando andranno in scena le gare europee dell’Atalanta resteranno chiusi diversi settori strategici di San Siro.

Le due curve Sud e Nord infatti non verranno aperti in queste circostanze, anche per evitare futuri scontri tra le tifoserie delle milanesi e quella atalantina, viste le note inimicizie tra le parti. Sarà un San Siro in formato ridotto: verranno aperti e venduti i tagliandi solo per il primo anello e le tribune del secondo anello, per un totale complessivo di 42-43 mila posti rispetto ai circa 80 mila che ne può ospitare al massimo lo stadio meneghino.

Sportmediaset – Theo Hernandez, rientro fra tre settimane?