Home Milan News Presentazione Leao, Bennacer e Duarte: tutte le dichiarazioni

Presentazione Leao, Bennacer e Duarte: tutte le dichiarazioni

News Milan: oggi al centro sportivo Milanello la conferenza stampa di presentazione ufficiale di Rafael Leao, Ismael Bennacer e Leo Duarte.

Rafael Leao Ismael Bennacer Leo Duarte
Rafael Leao, Ismael Bennacer e Leo Duarte (foto AC Milan)

Oggi giornata importante presso il centro sportivo Milanello. Infatti, il Milan presenta in conferenza stampa i propri ultimi tre acquisti già ufficializzati da tempo e a disposizione di Marco Giampaolo.

Ci riferiamo a Rafael Leao, Ismael Bennacer e Leo Duarte. Un attaccante, un centrocampista e un difensore centrale. La dirigenza in questa sessione estiva del calciomercato è intervenuta in tutti i reparti e si sta muovendo ancora sia per rinforzare la squadra che per effettuare delle cessioni. Sono giorni molto caldi.

News Milan: diretta live della conferenza stampa di Leao, Bennacer e Duarte

Noi di MilanLive seguiamo in diretta live la conferenza stampa di presentazione dei tre giocatori e riportiamo le loro dichiarazioni. A Milanello ci sono anche Paolo Maldini, Frederic Massara e Zvonimir Boban ma non hanno parlato.

Bennacer: “Sento molto il fatto di indossare la maglia del Milan, sono contento. E’ tutto bello qui, mi piace tanto il centro sportivo. Abbiamo tutto per fare il massimo”.

Leao: “La prima volta che sono arrivato sono stato felice, sono orgoglioso di rappresentare un club come il Milan. Sono contento di far parte di questa squadra.

Duarte: “Sto realizzando un sogno che avevo da bambino. Vedevo le partite con mio padre. Voglio lavorare duramente per fare la storia del club”.

Bennacer: “Sto crescendo, il Milan è la squadra perfetta per me. Posso lavorare bene con mister Giampaolo”.

Leao: “Sono felice di ricevere elogi, cerco di lavorare tutti i giorni con umiltà. Dentro il campo mi concentro su cosa fare con l’allenatore”.

Bennacer: “Il Milan ha avuto grandi campioni, farò il massimo per avvicinarmi a loro. Il mio ruolo è quello di playmaker davanti alla difesa, ma gioco senza problemi dove vuole il mister”.

Duarte: “Sono molto felice, ero con mia moglie quando mi ha chiamato Maldini. Mio padre era suo fan, mi ha emozionato e voglio lavorare al meglio per fare la storia. Non voglio essere un giocatore come altri”.

Leao: “Spero di poter dare molti assist a Piatek, mi piace giocare per la squadra oltre a fare gol. Con i vari allenamenti ci conosceremo tutti meglio”.

Bennacer: “Ho fatto tanta esperienza con la Coppa d’Africa, anche se lì il livello è diverso. Ho fatto uno step, però nulla di grande”.

Bennacer: “Giampaolo mi ha chiesto di venire, è qualcosa di importante. Darò il massimo, conosco le sue qualità e so che posso imparare molto. Darò tutto ciò che posso”.

Duarte: “Il calcio brasiliano è diverso, però stavo lavorando con un allenatore europeo come Jorge Jesus al Flamengo. Mi serve un po’ per adattarmi al meglio, voglio anche imparare bene la lingua”.

Leao: “Posso giocare prima o seconda punta. La posizione viene decisa dal mister, a me piace muovermi e cercare di fare assist ai compagni”.

Leao: “Il Milan è un grande club e ho sempre sognato di giocarci. Le persone che ci sono hanno dimostrato di volermi e questo è stato importante per me”.

Bennacer: “Io ero in Coppa d’Africa, non avevo il pensiero sul futuro. Quando il Milan mi ha chiamato non ho pensato troppo, sapevo che mi volevano tanto ed è stata la cosa più importante”.

Bennacer: “Sono lo stesso di prima, anche se la Coppa d’Africa mi ha dato esperienza e sono più convinto di fare bene. Ho preso maggiore confidenza, però al Milan è differente. Ci sono tanti grandi giocatori e penso solo a fare il massimo”.

Leao: “Ancelotti è stato un giocatore importante e lo rispetto, ma io voglio fare la mia storia. Voglio mettere il mio nome nella storia di questo club, non voglio essere uguale a nessuno. Lui è anche un grande allenatore oggi”.

Duarte: “Per il fisico posso ricordare Thiago Silva, ma se riuscirò ad avere metà del suo successo sarò felice. Mi ispiro a lui, ma anche a Juan con cui ho giocato nel Flamengo”.

Leao: “Paragone con Ronaldo di Tiago Fernandes? Devo lavorare tanto per arrivare a un livello del genere. Comunque mi piace molto muovermi e giocare per la squadra. Ora devo migliorare condizione fisica e finalizzazione. Ci sono persone che possono aiutarmi qui”.

Duarte: “Romagnoli è un grande giocatore, lo seguivo dal Brasile. Parla con me e mi aiuta molto nell’adattamento al Milan. Spero di poter aiutare lui e gli altri compagni col tempo”.

Leao: “In Italia è diverso, le squadre sono forti tatticamente e devo lavorare per migliorare seguendo le idee dell’allenatore”.

Duarte: “Il Milan ha difensori di qualità e lavorerò forte. Sono qui per lottare in modo sano, chi starà meglio giocherà”.

Leao: “Sono qui anche perché il club vuole scommettere su giovani di qualità, c’è un grande allenatore e ci sono grandi persone in dirigenza. C’è un bel progetto e vogliamo raggiungere gli obiettivi crescendo assieme”.

Duarte: “Devo ancora giocare contro attaccanti italiani, però in Brasile ce ne sono di forti. Spero di aiutare la squadra a fermare gli attaccanti della Serie A”.

Bennacer: “Giampaolo mi ha chiesto di venire perché gli piace come gioco e pensa che vado bene per il suo sistema”.

CONFERENZA STAMPA TERMINATA A MILANELLO