Lo spagnolo Samu Castillejo ha confermato la sua scelta: niente ritorno in Spagna per il numero 7 che vuole continuare a giocare nel Milan.

Samu Castillejo AC Milan
Samu Castillejo (©Getty Images)

L’estate di Samu Castillejo è risultata molto particolare, visto che fin dal mese di giugno in molti lo avevano indicato come un sicuro partente dalla rosa del Milan.

I motivi? Tutti teoricamente piuttosto validi: in primis la sua collocazione tattica non così semplice nel nuovo modulo di Marco Giampaolo. Poi il fatto che fosse reduce da una stagione, quella scorsa, non così brillante. Infine la possibilità di cederlo per ottenere una plusvalenza e introiti da reinvestire su obiettivi più ricercati ed idonei.

Milan Femminile, Ganz: “Sogno scudetto, ho un gruppo di guerriere”

Castillejo-Milan, la storia continua

In realtà Castillejo non è mai stato vicino all’addio durante i mesi di calciomercato estivo. Sono spuntati nelle ultime settimane alcuni rumors, provenienti dalla Spagna, che riportavano l’interesse tutt’altro che concreto di Villarreal e Celta Vigo nei suoi confronti.

Pare che Castillejo sia stato anche informato di tali sondaggi, ma la sua priorità è sempre stata una sola: restare al Milan e giocarsi le proprie carte in maglia rossonera, provando a fare meglio rispetto all’ultima stagione. Non a caso il numero 7 ha spesso giocato da titolare le amichevoli precampionato, alternando prove incoraggianti ad altre invece meno brillanti.

Come riportato anche da Sportmediaset, la scelta è ormai presa: Castillejo ha dichiarato al proprio agente di non voler ascoltare altre proposte, né dalla Spagna né da altri paesi. Ormai è pronto a cominciare la sua seconda annata milanista e vuole dare tutto per i colori rossoneri.

Ora, stabilita la sua permanenza, la palla passa al campo: l’ex Villarreal dovrà dimostrare di meritarsi la conferma imparando a giostrare da seconda punta e mettendo più convinzione e concretezza nelle sue prestazioni. Solo a quel punto il Milan potrà considerarlo una risorsa e non una semplice alternativa.

Guaio all’adduttore per Biglia: a rischio per Udinese-Milan