Milan, Giampaolo: “Paquetà risorsa da mezzala. Non ho cambiato modulo”

marco giampaolo
Marco Giampaolo (©Getty Images)

Marco Giampaolo è soddisfatto per il risultato ma non pienamente del gioco. Col Brescia il Milan ha portato a casa tre punti ma non ha convinto pienamente nella prestazione. Hanno fatto molto discutere alcune scelte dell’allenatore.

In primis quella di puntare su André Silva dal primo minuto, poi la panchina di Lucas Paquetà in favore di Hakan Calhanoglu e Franck Kessie. Intervenuto in conferenza stampa, Giampaolo ha spiegato il suo punto di vista e poi ha toccato anche altri argomenti, fra cui il derby che si giocherà alla quarta giornata di campionato dopo l’Hellas Verona.

Sulla scelta di puntare su André Silva: “Mi serviva un giocatore che venisse a legare e André lo sa fare, ha meno profondità rispetto a Piatek“. Su cosa manca al Milan: “Mancherà sempre qualcosa. Perderò 16 giocatori per le Nazionali. Parlo soltanto di lavoro perché solo il lavoro mi può dar ragione“. Su Rafael Leao: “Ha caratteristiche diverse rispetto a Silva“.

Sul ruolo di Lucas Paquetà più vicino alla porta: “Ha licenza di andare ma deve essere razionale nei suoi compiti. Deve palleggiare e andare. E’ una risorsa in quel ruolo. A me piace che il trequartista sia un attaccante“. Fra tre settimane c’è il derby: “Ci arriveremo meglio rispetto a oggi. Avremo una settimana piena per lavorare insieme prima della partita con l’Inter. Ora, però, la partita più importante è il Verona, tra due settimane“.

Su Ismael Bennacer leader della squadra: “Il leader dev’essere il gioco, l’idea comune. In quel ruolo gli interpreti sono Bennacer e Biglia e sono due ottimi giocatori“. Poi Giampaolo ribadisce che non ha cambiato modulo: “Ho lavorato sugli stessi concetti. Ho solo spostato due giocatori. Resto comunque un talebano“.

Curva Sud, striscione per Mihajlovic: “Vinci la battaglia più importante”