I calciatori del Milan svincolatisi in estate non hanno ancora trovato squadra. Zapata a parte, gli ex rossoneri sono in difficoltà.

Ignazio Abate Riccardo Montolivo
Ignazio Abate e Riccardo Montolivo (©Getty Images)

Sono diversi i calciatori del Milan dello scorso campionato che si sono svincolati al 30 giugno 2019, per via della scadenza del loro contratto.

Ma c’è anche una particolarità: nonostante siano passati quasi tre mesi dal loro svincolo, i suddetti ex rossoneri non hanno ancora trovato una squadra con cui ripartire da zero e per la quale firmare un nuovo accordo.

A parte Cristian Zapata, che si è trovato già da tempo squadra firmando un nuovo contratto con il Genoa, gli altri svincolati dal Milan sono ancora tutti fermi. In primis l’ex capitano Riccardo Montolivo, che è rimasto al palo ma starebbe valutando le proposte di quattro club di Serie B: Benevento, Chievo Verona, Frosinone e Livorno.

Stessa situazione di Andrea Bertolacci: nonostante la giovane età (classe 1991) il mediano romano non riesce a trovare un contratto degno di questo nome. E’ spuntata da poco l’ipotesi Atalanta, ma al momento non arrivano conferme in tal senso per il calciatore, giudicato un flop dopo i suoi anni milanesi.

Ignazio Abate e José Mauri chiudono il cerchio: il terzino vorrebbe tentare un’esperienza estera, ma al momento né dall’Europa né dagli States sarebbero arrivate proposte concrete. L’italo-argentino potrebbe tornare nella sua patria originaria, ma anche qui mancano segnali concreti.

Milan in Nazionale: stasera tocca a Kessie e Piatek