Nel corso dell’estate 2019, Mariano Diaz è stato accostato anche al Milan. Gli agenti dell’attaccante del Real Madrid hanno parlato del suo futuro.

Mariano Diaz Real Madrid
Mariano Diaz (©Getty Images)

Mariano Diaz è stato tornato la scorsa estate dal Real Madrid: cresciuto nelle giovanili, poi finito al Lione, è stato pagato dai blancos 21,5 milioni di euro. Addirittura gli era stato affidato in eredità il n. 7 di Cristiano Ronaldo.

La sua stagione però è stata particolarmente negativa: 22 presenze tra tutte le competizioni, molte delle quali a partita in corso, ed appena 4 gol segnati. Inevitabile che nel corso di questa estate l’attaccante della Repubblica Dominicana sia stato offerto a diversi club in giro per l’Europa. Tra questi, anche due società italiane: Milan e Roma.

Classe 1993, Mariano ha compiuto 26 anni lo scorso 1 agosto. È ancora un giocatore del Real Madrid, nonostante sia praticamente fuori dal progetto.

Sky – Milan, si torna al 4-3-3: centrocampo di qualità

Calciomercato Milan: Real Madrid, Mariano Diaz via a gennaio? La risposta degli agenti

Molto improbabile infatti che mister Zinedine Zidane riesca a concedergli spazio, e non solo perché davanti a lui ci sono giocatori di maggiore qualità, ma anche perché ha dimostrato di non essere molto affidabile. Uno stipendio parecchio oneroso (attualmente guadagna 4 milioni netti a stagione) non hanno certamente favorito la sua cessione.

I colleghi di Footmercato.net hanno contatto l’agenzia che si occupa del cartellino di Mariano Diaz, i quali hanno riferito: “Mariano ha giocato durante la pre-stagione e abbiamo visto che, non appena ha avuto il tempo di giocare, ha segnato, contro il Fenerbahçe”.

Insomma, se gli venissero date più chance continuativamente, potrebbe mettersi maggiormente in mostra: “Continua a lavorare per essere pronto quando verrà il momento. Mariano sta aspettando la sua occasione, senza confrontarsi con gli altri giocatori”. 

Dunque nel caso non dovesse trovare spazio in questa metà stagione, a gennaio potrebbe lasciare il Real? Ecco la risposta: “Ci sono stati solo tre giorni di campionato. È ancora troppo presto per rispondere. Ci sono ancora molti avversari da incontrare e viaggi da fare. Vedremo”.

The Sun – Chelsea, Piatek nel mirino. Ma dipende dal TAS