Milan, sta per terminare il calvario di Mattia Caldara. Reduce da un anno terribile, il difensore del Diavolo è ormai pronto per il rientro in gruppo. Le ultime dall’infermeria. 

Mattia Caldara AC Milan
Mattia Caldara (foto AC Milan)

Mattia Caldara intravede la luce in fondo al tunnel. Perché come riferisce Tuttosport oggi in edicola, servirà infatti ancora un altro mese circa. Reduce da un calvario incredibile, è ottobre il mese da segnare in rosso per il difensore del Milan. 

Il 25enne è sul rettilineo finale e presto tornerà a lavorare in gruppo. Giunto la scorsa estate in rossonero, non è andato oltre le due presenze: la prima contro il Dudelange in Europa League, poi l’altra a sorpresa contro la Lazio lo scorso aprile.

Quando i vari problemi fisici sembrano ormai archiviati, ecco che arriva l’ennesimo infortunio di un’annata terribile. Anche il più grave di tutti: la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro.

Milan, Caldara al centro del progetto

Tuttavia, Caldara non si è abbattuto. Si è rialzato, ha lavorato sodo, e ha passato l’intera estate con un solo obiettivo: rispettare la tabella di marcia e tornare al 100% col nuovo tecnico.

Ora il momento è quasi arrivato, e le cronache di spogliatoio parlano di un Caldara molto positivo e con tanta voglia di uscire definitivamente dall’infermeria. Vuole rientrare con veemenza e riprendersi quanto perso in quest’anno di carriera, sia col Diavolo che con la nazionale italiana.

Nei piani del club, intanto, è sempre stato lui il futuro titolare accanto ad Alessio Romagnoli. Ed è anche così che si è spiegato l’arrivo di Léo Duarte. Un profilo sicuramente pronto da subito, ma più riserva che titolare di un Milan che punta alla Champions.

Quel posto, piuttosto, è sempre stato riservato a lui. Così da indurre il club a prendere appena un’ottima alternativa per tamponare al momento, piuttosto che un profilo che avrebbe potuto anche oscurarlo.

La centralità di Caldara nel progetto milanista, del resto, è stata anche ribadita al suo agente quest’estate. Poi è ovvio, dovrà essere il campo a darne la conferma assoluta. Ma nel frattempo i piani a Via Aldo Rossi e Milanello sono chiari. Ancora un altro po’, quindi, e l’ex Atalanta tornerà finalmente ad aggiungersi al gruppo dopo mesi e mesi di lavoro personalizzato e palestra. Rinforzo importantissimo in arrivo per Marco Giampaolo.

Verona-Milan, più Castillejo che Rebic: le ultime