Home Milan News Milan News: Stipendi Serie A, Donnarumma nella top 11

Milan News: Stipendi Serie A, Donnarumma nella top 11

Gianluigi Donnarumma è il giocatore più pagato del Milan e il portiere con lo stipendio più alto di tutta la Serie A. Il classe ’99 è nella top 11 degli stipendi più alti di tutto il campionato.

MILAN NEWS – La Gazzetta dello Sport, come ogni anno, ha pubblicato l’analisi sugli stipendi della Serie A squadra per squadra. Alla fine ha stilato una top 11 degli ingaggi più alti e in questa rientra anche il milanista Gianluigi Donnarumma con i suoi 6 milioni di euro a stagione. Uno stipendio molto alto per un portiere e per un ragazzo di appena vent’anni, ma solo così Mirabelli riuscì a trattenerlo in rossonero. Ora bisognerà discutere il rinnovo e il Milan proverà ad abbassare questa cifra, ma trattare con un osso duro come Raiola è molto difficile.

Milan News, top 11 ingaggi Serie A

Nel resto di questa top 11 degli stipendi della Serie A c’è un predominio totale degli juventini. Ce ne sono sei infatti. Leonardo Bonucci è fra i difensori con un ingaggio da 5 milioni e mezzo (al Milan ne guadagnava 8). 7,5 milioni per De Ligt e 6 milioni Koulibaly del Napoli.

In mezzo a centrocampo l’accoppiata Rabiot-Ramsey della Juventus, arrivati entrambi a parametro zero e con uno stipendio da 7 milioni. La fascia destra è presidiata da Alexis Sanchez con 5 milioni e a sinistra un altro juventino, Douglas Costa, con 6 milioni.

In attacco ovviamente Cristiano Ronaldo, il più pagato di tutta la Serie A con 31 milioni a stagione. Una cifra incredibile e percepita soltanto dai più grandi giocatori al mondo. Davanti a lui ci sono soltanto Neymar e Lionel Messi. Poi c’è Paulo Dybala con 7 milioni e in mezzo l’ultimo arrivato, Romelu Lukaku, che all’Inter prende 7,5 milioni.

Il belga potrebbe essere sostituito da Gonzalo Higuaìn, il grande escluso di questa formazione. Con il Milan aveva un accordo di 9 milioni a stagione, ma è rimasto in rossonero soltanto sei mesi. Con il ritorno alla Juventus ha ripreso il suo vecchio stipendio di 7,5 milioni.

Verso Verona-Milan: quel passato “fatale” e un futuro da scrivere