Home Milan News CorSera – Milan-Inter, le linee guida del nuovo San Siro

CorSera – Milan-Inter, le linee guida del nuovo San Siro

Il progetto del nuovo San Siro di Inter e Milan dovrebbe essere presentato tra non molto. Intanto emergono le linee guida dei due club per lo stadio.

nuovo stadio milan inter san siro
Immagine preliminare redatta al solo fine di aiutare l’Amministrazione Comunale a valutare il progetto tecnico

Inter e Milan hanno deciso di costruire un nuovo stadio in zona San Siro, andando a demolire il Giuseppe Meazza. Dopo attente valutazioni, questa è stata ritenuta la scelta migliore per il futuro.

I due club hanno bisogno di aumentare i rispettivi fatturati per ridurre il gap dalla Juventus e dalle altre big europee. Avere un impianto sportivo moderno e fruibile per tutta la settimana dai tifosi è fondamentale. Il master plan è stato già presentato al Comune di Milano, che però adesso attende il disegno del progetto.

Inter e Milan, le idee per il nuovo stadio a San Siro

Inter e Milan devono ancora decidere quale studio di architettura dovrà occuparsi di disegnare il nuovo stadio e gli altri spazi che dovrebbero sorgere in zona San Siro. Ne sono rimasti due in corsa e a breve dovrà essere fatta una scelta definitiva. Il 23 settembre dovrebbe essere mostrato il progetto vincitore.

Oggi il Corriere della Sera spiega le linee guida che i club hanno suggerito. Intanto va detto che Inter e Milan hanno stabilito un budget massimo di spesa da 605 milioni di euro per il nuovo impianto sportivo. Inoltre bisogna ricordare che bisogna pagare per la demolizione del Giuseppe Meazza: costo sui 45 milioni.

Lo stadio dovrebbe avere una capienza da circa 60.000 posti e non possiederà una copertura completa, altrimenti si andrebbe fuori budget. Verrà data grande attenzione alle entrate per avere massima visibilità. Ci sarà flessibilità per quanto concerne i posti premium, quelli più cari destinati a VIP e in generale a persone facoltose: si dovrà poterli convertire in posti non premium in base al tipo di evento.

Ci sarà una ripartizione dei posti in base al tipo di partita. In caso di derby i posti corporate salgono a 12.500, quelli per i cugini rossoneri o nerazzurri a 6.000. In caso di un match importante (tra le prime sei in classifica) scendono a 10.300, mentre ai tifosi della squadra avversaria vanno 3.000 biglietti. Per gli altri match i posti premium scendono a 8.000, 1.000 per i tifosi avversari.

La convivenza di Inter e Milan nella medesima struttura richiede soluzioni architettoniche innovative e veloci. Nei megastore interni sarà necessario trovare una soluzione per garantire in tempi rapidi una conversione vista la frequenza delle partite. Lo stesso vale per i colori dello stadio. La transizione tra il rossonero e il nerazzurro dovrà essere immediata.

Per quanto riguarda gli spogliatoi delle squadre avversarie, l’idea è quella di realizzarli in modo tale che incutano timore e tensione in vista dell’inizio delle partite. All’interno del nuovo impianto non mancherà un museo dedicato al Giuseppe Meazza, la Scala del Calcio che per decenni ha ospitato Inter e Milan. Da risolvere il problema del rumore che “affligge” le abitazioni vicine e quello inerente il numero di parcheggi. Ne servono almeno 1.500.

Montella: “Al Milan non ho fallito, dovevano darmi tempo”