Sassuolo, il sindaco Menani: “Squinzi voleva acquistare il Milan”

Giorgio Squinzi, compianto presidente del Sassuolo, voleva acquisire il Milan. Ecco la confessione del sindaco emiliano sul retroscena.

Giorgio Squinzi
Giorgio Squinzi (©Getty Images)

La scomparsa di Giorgio Squinzi ha sconvolto il mondo della finanza e del calcio italiano. Il presidente del Sassuolo si è arreso qualche giorno fa ad un terribile male incurabile.

L’ex numero uno di Confindustria era un grande appassionato di calcio e tifoso del Milan. Qualcuno in passato ha anche vociferato di un possibile ingresso nel club rossonero di Squinzi, anche per l’amicizia che lo legava a Silvio Berlusconi.

Oggi, interpellato a Sky Sport, il sindaco della città di Sassuolo Francesco Menani ha rilasciato un’intervista svelando un retroscena che sembra confermare proprio quelle voci, che però non si sono mai concretizzate.

Queste le parole del primo cittadino emiliano: “Squinzi veniva dal mondo delle biciclette, è rimasto sempre il suo primo amore ed interesse. Ha avuto lungimiranza a buttarsi nel calcio, portando una squadra di provincia nel calcio che conta con grandi sforzi e sacrifici. So che era in trattativa per acquistare le quote del Milan, ma poi ha scelto di continuare a Sassuolo”.

Dunque Squinzi avrebbe potuto aiutare il suo club del cuore in passato: chissà se il Milan, in mano ad uno degli uomini più influenti del mondo della finanza, avrebbe potuto ottenere risultati migliori negli ultimi anni.

I dubbi di Giampaolo: tre ballottaggi verso il Genoa