Home Dirette Live RILEGGI LIVE – Genoa-Milan 1-2: Theo-Kessie, finalmente i tre punti

RILEGGI LIVE – Genoa-Milan 1-2: Theo-Kessie, finalmente i tre punti

La diretta live di Genoa-Milan, anticipo delle 20.45 della 7.a giornata di Serie A. Cronaca, risultato e tabellino del match in tempo reale con aggiornamenti minuto per minuto.

genoa milan diretta live
Genoa-Milan (©Getty Images)

Il Milan porta a casa tre punti molto pesanti da Marassi. Dopo un primo tempo disastroso, l’ingresso di Paquetà e Leao ha cambiato gli equilibri del match. In gol prima Theo Hernandez e poi Kessie su rigore.

Match ricco di colpi di scena e di episodi. Il primo, proprio il rigore concesso ai rossoneri e realizzato dal centrocampista ivoriano. In quella situazione il dubbio rosso a Biraschi, ma il fallo è netto. Reina protagonista in assoluto: prima l’errore sul gol di Schone, poi salva il risultato nel finale con il rigore parato proprio sul centrocampista danese. Come in un film.

Da questa partita si salvano soltanto i tre punti perché la prestazione è stata ancora negativa. Soprattutto, inguardabile la gestione del match in undici contro dieci. Da segnalare la clamorosa ingenuità di Davide Calabria che, proprio in una situazione di assoluto vantaggio, si fa espellere per secondo giallo parecchio evitabile.

Genoa-Milan, il tabellino del match:

GENOA (3-5-2): Radu; Romero, Zapata, Criscito (dall’11’ Biraschi); Ghiglione, Lerager (dall’87’ Pandev), Radovanovic, Schöne, Pajač; Kouamé, Pinamonti (dal 72′ Favilli).
Allenatore: Andreazzoli.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessie, Biglia, Calhanoglu (dal 46′ Paquetà); Suso, Piatek (dal 46′ Piatek), Bonaventura (dall’80’ Conti).
Allenatore: Giampaolo.

Arbitro: Mariani

Marcatori: 41′ Schone, 51′ Theo Hernandez, 57′ rig. Kessie

Ammoniti: Zapata, Biglia, Lerager, Schone, Paquetà, Romero

Espulsi: 45’+2′ Saponara (dalla panchina), 57′ Biraschi, 80′ Calabria, 90’+5′ Castillejo (dalla panchina)

Genoa-Milan, la cronaca del secondo tempo

90’+5′ – FINITA! Il Milan vince a Marassi e porta a casa tre punti pesantissimo. Reina decisivo con il rigore parato negli ultimissimi minuti di partita.

90′-5′ – Espulso anche Castillejo dalla panchina come Saponara.

90’+5′ – REINA PARA IL RIGORE DI SCHONE!

90′ – Rigore confermato dal VAR.

89′ – Calcio di rigore per il Genoa.

87′ – Entra Pandev, fuori Lerager.

80′ – Fuori Bonaventura, dentro Conti.

79′ – Calabria già ammonito viene espulso. Ingenuità clamorosa.

74′ – Un’altra ripartenza del Genoa: Favilli cerca Kouamé al centro, il colpo di testa è sfiorato di un soffio.

71′ – Contropiede Genoa condotto da Kouamé: riceve Pinamonti al limite dell’are di rigore e calcia, ma il tiro è altissimo.

67′ – Leao ancora protagonista: riceve, salta il difensore e prova ad appoggiarla in porta, ma Radu intercetta.

62′ – Ammonito Biglia.

58′ – GOOOOL DEL MILAN! Kessie realizza il calcio di rigore, il Milan è in vantaggio! Genoa sotto e in dieci uomini.

57′ – Kessie sul dischetto.

55′ – CALCIO DI RIGORE PER IL MILAN! Fallo di mano di Biraschi sulla giocata di Leao.

53′ – Milan ancora pericolosissimo! Prima Leao, poi Paquetà, Radu è costretto a metterla in corner. Attenzione però: l’arbitro Mariani si consulta col Var per un possibile fallo di mano in area.

51′ – GOL DEL MILAN! Theo Hernandez sfonda a sinistra e trova il gol con un diagonale!

48′ – Super giocata di Bonaventura a sinistra, la palla dentro è neutralizzata da Radu ma ottima iniziativa.

46′ – Entrano Leao e Paquetà, fuori Piatek e Calhanoglu. Inizia il secondo tempo.

Genoa-Milan, il tabellino del primo tempo:

GENOA (3-5-2): Radu; Romero, Zapata, Criscito; Ghiglione, Lerager, Radovanovic, Schöne, Pajač; Kouamé, Pinamonti.
Allenatore: Andreazzoli.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessie, Biglia, Calhanoglu; Suso, Piatek, Bonaventura.
Allenatore: Giampaolo.

Arbitro: Mariani

Marcatori: 41′ Schone

Ammoniti: Zapata, Calabria.

Espulsi: 45’+2′ Saponara (dalla panchina)

Genoa-Milan, la cronaca del primo tempo

45’+2′ – Primo tempo finito.

45’+2′ – Espulso Saponara dalla panchina.

45′ – Solo Genoa adesso.

43′ – Fallo di Calabria su Radovanovic, ammonito.

41′ – GOL DEL GENOA! Papera di Reina sulla punizione di Schone.

39′ – Pajac spina nel fianco per il Milan. Errore di Calabria in copertura, il tiro, da posizione defilata, è respinto da Reina.

36′ – Buon pallone di Piatek per Kessie che, tutto solo, cerca il tiro sul primo palo. Brutta scelta.

35′ – Altro tiro in porta di Suso, stavolta da sinistra. Ancora debole, ancora centrale.

33′ – Il Genoa spinge soprattutto dal lato sinistro. Milan sotto pressione e in difficoltà.

28′ – Solito tiro a giro di Suso, palla fuori.

25′ – Punizione di Suso precisa ma poco potente, respinge Radu.

24′ – Bel lavoro di Theo Hernandez nel pressing, Zapata lo abbatte e l’arbitro fischia fallo. Ammonito il colombiano.

21′ – Più Genoa che Milan in questi primi venti minuti di gioco.

15′ – Intervento di Theo su Ghiglione ma l’arbitro non ammonisce il milanista.

10′ – Infortunio per Criscito: entra al suo posto Biraschi.

7′ – Prima grande occasione per il Genoa: Lerager sorprende la difesa rossonera e calcia, super Reina.

1′ – SI COMINCIA!

20.45 – Squadre in campo, tra poco si comincia.

20.40 – Brutta notizia da Marassi: si è infortunato Donnarumma nel riscaldamento. Giocherà al suo posto Pepe Reina.

20.20Bonaventura è titolare dopo quasi un anno. L’ultima partita dal primo minuto la giocò in Milan-Real Betis del 25 ottobre 2018. Da lì l’infortunio al ginocchio e il lunghissimo calvario. Bentornato Jack!

Le formazioni ufficiali di Genoa-Milan:

GENOA (3-5-2): Radu; Romero, Zapata, Criscito; Ghiglione, Lerager, Radovanovic, Schöne, Pajač; Kouamé, Pinamonti.
Allenatore: Andreazzoli.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessie, Biglia, Calhanoglu; Suso, Piatek, Bonaventura.
Allenatore: Giampaolo.

La brutta debacle contro la Fiorentina è un rospo molto difficile da inghiottire. San Siro che si svuota, poi, è un’immagine che il Milan non riuscirà a smaltire in fretta. Può riuscirci in un solo modo: vincere. E magari farlo fin da subito.

Genova è una tappa cruciale per Marco Giampaolo e per il gruppo di calciatori. Il mister si gioca praticamente tutto: di fronte all’ennesima sconfitta, la società potrà fare molto poco per difenderlo e per confermarlo. Tra l’altro dopo questo week-end c’è la sosta, cioè il momento migliore per un eventuale cambio di panchina. Insomma, la pressione sull’allenatore in questo momento è enorme. Gli unici che possono aiutarlo e salvarlo sono i calciatori. Che devono dare una svolta alle loro carriere a questo inizio di stagione.

Milan, Giampaolo rischia il posto

Contro la Fiorentina si è verificata una delle peggiori prestazioni della squadra rossonera degli ultimi anni. E visti i tempi, non era mica facile riuscirci. Adesso però non bisogna piangere sul latte versato. Il Milan deve tornare a fare punti e deve farlo a partire dalla sfida di questa sera a Marassi. Anche il Genoa non se la passa benissimo, con Aurelio Andreazzoli anche lui a rischio. In settimana si è parlato di Gennaro Gattuso, il quale però avrebbe declinato perché in attesa di un altro tipo di chiamata. Magari dal Milan? Difficile, ma chissà.

Per ora l’allenatore del Diavolo è Giampaolo, una figura su cui hanno puntato tantissimo Paolo Maldini e Zvonimir Boban. Un esonero adesso significherebbe ammettere di aver sbagliato tutto. E farlo già ad inizio stagione non è di certo un buon segno… La dirigenza crede nel progetto, anche se qualcuno in settimana ha parlato di un disaccordo fra i due dirigenti proprio sulla posizione del tecnico. Vedremo cosa succederà nelle prossime ore. GenoaMilan è il punto di svolta, sia in senso positivo che in senso negativo.

genoa milan partita in tempo reale
Ricardo Rodriguez (©Getty Images)

Genoa-Milan, le probabili formazioni

Giampaolo ha sempre regalato sorprese nelle formazioni titolari di questo inizio di stagione. Per questa sera potrebbe riportare nell’undici del primo minuto Ricardo Rodriguez e Lucas Biglia, due dei più criticati dalla tifoseria. Entrambi però gli garantiscono tranquillità ed esperienza, fondamentali in un momento del genere. Panchina probabile quindi per Ismael Bennacer (bocciato da tutti contro la Fiorentina) e Theo Hernandez, anche lui alle prese con qualche difficoltà (più mentale che tecnica).

Possibile chance anche per Lucas Paquetà al posto di Hakan Calhanoglu. Kessie confermato a destra per completare il centrocampo. In difesa nessuna sorpresa: sarà Léo Duarte a sostituire Mateo Musacchio e affiancare Alessio Romagnoli. Calabria a destra come sempre. In porta Gianluigi Donnarumma, una delle due certezze di questo Milan. L’altra in questo momento è Rafael Leao, reduce dal primo gol in maglia rossonera contro la Fiorentina. E che gol.

Insieme a lui Jesus Suso a destra e Krzysztof Piatek centrale, confermato da Giampaolo in conferenza stampa ieri. “I più forti devono stare in trincea“, ha detto il mister, alla domanda sulla possibile esclusione del polacco. Che guiderà quindi ancora l’attacco con due esterni. Ante Rebic partirà ancora dalla panchina e può essere un’arma a gara in corso. Per il Genoa, invece, solito 3-5-2: non c’è Barreca, quindi a sinistra gioca Pjac. Kouamé e Pianamonti in avanti.

Genoa (3-5-2): Radu; Romero, Zapata, Criscito; Ghiglione, Schone, Radonavonic, Lerager, Pajac; Kuame, Pinamonti. All. Andreazzoli

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Biglia, Paquetá; Suso, Piatek, Leão. All. Giampaolo