Giampaolo si consola a Recanati. E’ l’8° cambio dal 1986

Milan, ecco come si consola Marco Giampaolo dopo il licenziamento rossonero. L’allenatore abruzzese riparte subito dal calcio giocato. 

Marco Giampaolo
Marco Giampaolo (©Getty Images)

Fresco del licenziamento al Milan, ieri Marco Giampaolo si è consolato e rilassato a Recanati. Ma sempre ripartendo da mondo del calcio.

Come infatti racconta La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, l’ex rossonero è stato spettatore-tifoso del fratello Federico, allenatore della Recanatese capolista del torneo di Serie D. Sorridente, era in compagnia della moglie e ha portato anche fortuna: la squadra di casa ha infatti vinto 1-0 contro l’Avezzano, confermandosi in testa.

Come evidenzia parallelamente il Corriere dello Sport, la staffetta con Stefano Pioli è l’ottavo avvicendamento in casa Diavolo dal 1986 a oggi. Il primo fu con Oscar Tabarez al quale subentrò Arrigo Sacchi, poi Alberto Zaccheroni rilevato dalla coppia Cesari Maldini e Mauro Tassotti e Fatih Terim a cui subentrò Carlo Ancelotti. Nella stagione 2012/14 toccò invece a Massimiliano Allegri, il quale fece posto a Clarence Seedorf. Seguirono Sinisa Mihajlovic, Christian Brocchi, Vincenzo Montella e Gennaro Gattuso.

Il cambio più redditizio – evidenzia il CorSport – fu quello di Ancelotti il 5 novembre 2001, il quale ha poi portato il Milan al quarto posto, consentendo di vincere poi una nuova Champions League un anno dopo. Anche Gattuso da subentrante centrò subito l’Europa, così come in precedenza ci riuscì anche la coppia Maldini-Tassotti. Ora toccherà a Pioli: è questo l’obiettivo fissato da subito da Paolo Maldini e Zvonimir Boban.

Milan femminile in vetta, Ganz: “Ambiente puro, diamo il 100%”