Milan, troppa tattica: Pioli riparte da corsa e pressing

Milan, stop alla troppa tattica. Secondo Stefano Pioli, sarebbe stato proprio questo tra i motivi del blackout. Un eccessivo sovraccarico di informazioni. 

Maldini Pioli Massara AC Milan
Paolo Maldini, Stefano Pioli e Frederic Massara (Foto AC Milan)

Intensità, entusiasmo e compattezza. Ma soprattutto, almeno in questa fase iniziale, pochissima tattica. Come riferisce il Corriere della Sera oggi in edicola, sono questi gli elementi chiave della nuova gestione di Stefano Pioli.

Il tecnico, infatti, ha due profonde convinzioni. La prima è che questo Milan non sia affatto scarso come ha dimostrato finora, l’altra è che per riconfigurarlo bisogna in realtà sottrarre delle informazioni, non aggiungerle. La causa del tilt, secondo l’allenatore, è proprio nel sovraccarico cognitivo concretizzatosi con Marco Giampaolo.

Una frase pronunciata dal tecnico nei primi giorni a Milanello è piuttosto significativa: “Non m’importa se sbagliate, non m’importa se perdete palla, l’importante è che andate subito a riprendervela”. La priorità è diventare innanzitutto una squadra, poi segue tutto il resto. Ed per questo che Pioli ora sta lavorando soprattutto sullo spirito di squadra, spesso venuto meno anche per l’assenza di un leader. E Lucas Biglia, che fu il capitano della sua Lazio, sarà in questo senso un uomo chiave.

I patti con la dirigenza però sono chiari: dentro anche i neo acquisti. Uno dei motivi di rottura con Marco Giampaolo. Ma è una situazione che difficilmente si ripeterà adesso, perché Pioli – assicura il quotidiano – è più elastico rispetto al collega. Più incline al confronto e alla soluzione condivisa, e così Ismael Bennacer, man mano, avrà comunque il suo spazio.

Mentre si ripartirà subito da Rafael Leão, che al mister piace tantissimo, e da Theo Hernandez. L’altra sfida del mister sarà poi quella di recuperare Piatek, a secco su azione dalla stagione scorsa. Il bomber polacco, arrivato solo ieri a Milanello, è un altro elemento da rivitalizzare. L’idea è quella di rimettere il Pistolero al centro di un 4-3-3 che lo valorizzi a pieno, proprio come succedeva con Gattuso.

Pioli punta su Biglia: Bennacer torna mezzala? Le ultime da Milanello