Milan, Pioli lavora sulla testa dei giocatori: le indicazioni

Milan, Stefano Pioli batte soprattutto sull’aspetto psicologico: i primi risultati col Lecce si sono già visti, ma la strada è ancora lunga. 

Pioli Milan-Lecce
Stefano Pioli (©Getty Images)

Milan, è l’aspetto mentale la priorità assoluta. Come infatti riferisce Tuttosport oggi in edicola, Stefano Pioli sta già lavorando molto sulla testa dei suoi giocatori per installare una nuova visione delle cose nella loro testa.

Nel corso di Milan-Lecce, infatti, c’è stato un gesto ripetitivo ed eloquente del tecnico verso i suoi: giocare il pallone in avanti. Un segnale di mentalità che il tecnico vuole vedere presto a tempo pieno, senza più nascondersi o balbettare come spesso succede.

Mai più palloni giocati all’indietro, col tecnico palesemente insoddisfatto ogni volta che si ripeteva questa situazione. Del resto è nato così, alla fine, il beffardo 2-2 pugliese: passaggio dentro il campo di Suso, errore di Lucas Biglia e via al pasticcio.

Dunque, oltre al campo, è sulla testa che il 54enne emiliano sta premendo. Ma lo fa attraverso l’armonia e non con le bastonate.  I suoi primi allenamenti, infatti, vengono raccontati come sorridenti e carichi di buon umore, segno evidente di come l’allenatore voglia rivitalizzare il gruppo e farlo uscire dallo stato di torpore attraverso una serenità ritrovata.

E la cura sta anche iniziando a dare risultati. Perché contro il Lecce, per 65 minuti, si è visto un Diavolo più aggressivo, concentrato e famelico. Pioli ha già toccato le corde giuste ed è evidente, ma il goal incassato allo scadere mostra anche che la strada è ancora lunga. Lavori in corso a Milanello.

Milan, possibile panchina per Suso: due alternative per Pioli