Milan, due club della Premier League vogliono Suso

In Inghilterra circolano notizie riguardanti l’interesse di due squadre della Premier League per Jesus Suso, giocatore non intoccabile nel Milan.

Jesus Suso
Jesus Suso (©Getty Images)

La stagione di Jesus Suso non ha preso la piega sperata finora. Il rendimento dello spagnolo è molto deludente e i tifosi del Milan sono molto arrabbiati da lui.

Le prestazioni in campo hanno fatto vedere un giocatore non in grado di incidere positivamente nelle sorti della squadra. Tanti gli errori commessi in fase offensiva, dove invece il numero 8 rossonero dovrebbe esaltarsi. In passato, seppur non con continuità, ha fatto vedere di saper servire assist e di poter segnare alcuni gol. In campionato finora nessuna rete realizzata e solamente un assist servito.

Calciomercato Milan, West Ham e Wolverhampton su Suso

Suso non è più un intoccabile nel Milan, anche se Stefano Pioli potrebbe dargli nuovamente fiducia domenica a Roma. Se il classe 1993 di Cadice dovesse nuovamente fallire, il rischio di finire in panchina e sul mercato si concretizzerebbe. Per gennaio una cessione non andrebbe esclusa se arrivasse una buona offerta.

In Inghilterra sembrano esserci due squadre pronte ad accoglierlo. Il Daily Mail rivela che West Ham e Wolverhampton stanno pensando proprio a Suso per rinforzarsi. Nel contratto dello spagnolo c’è una clausola rescissoria da 40 milioni di euro valida per l’estero, ma difficilmente il Milan può pensare di incassare tale cifra.

Se il rendimento di Suso continuerà ad essere negativo, il prezzo sarà necessariamente inferiore a quello stabilito dalla clausola. Comunque il giocatore è arrivato in rossonero per meno di un milione nel gennaio 2015 e pertanto una sua cessione per 25-30 milioni può consentire di registrare a bilancio una buona plusvalenza.

Bisognerà vedere se West Ham e Wolverhampton si faranno avanti concretamente con delle proposte economiche. Oggi è presto per dirlo. Probabilmente a inizio dicembre le idee saranno un po’ più chiare in vista della sessione di mercato prevista per gennaio 2020.

Nuovo Stadio, sì condizionato a Inter e Milan: i nodi da sciogliere