Roma-Milan, Pioli: “Errori tecnici inammissibili. Regalato un gol. Serve più attenzione”

Stefano Pioli nel corso del post-partita di Roma-Milan, ai microfoni di Sky Sport, ha commentato la sconfitta dei suoi ragazzi per 2-1 all’Olimpico. 

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©Getty Images)

Dopo il fischio finale di Roma-Milan, Stefano Pioli ai microfoni di Sky Sport ha rilasciato la prima intervista post-partita nella quale ha commentato la sconfitta della sua squadra per 2-1.

Sulla prestazione di oggi ha riferito: “Mi aspettavo di più. Nei due risultati ci abbiamo messo molto di noi. Purtroppo. La prestazione è stata condizionata dai troppi errori. Eravamo riusciti a riprenderla. Dovevamo muoverci di più, non abbiamo rischiato tanto nel primo tempo. Dopo il gol nostro non puoi prendere quei gol. Stiamo pagando a caro prezzo i nostri errori. Dobbiamo migliorare”. 

Ancora sugli errori: “Conoscevamo il loro pressing in costruzione, ma non ci pressavamo così tanto da sbagliare così. Nelle palle inattive, avevamo meno centimetri ma non per questo dovevano prenderla loro così facilmente. Dobbiamo fare meglio da subito”.

Sui centrocampisti: “Dentro il campo era difficile giocare, eravamo obbligati ad andare profondi. Inutile andare sul singolo. C’è da lavorare su tante cose, su convinzione e attenzione. Abbiamo fatto gli stessi tiri in porta. Partita in equilibrio. Ci abbiamo provato. Siamo stati generosi, ma niente zampata del pareggio”.

Sulla voglia offensiva della squadra, e sulla fase difensiva sbagliata: “Non credo sia mancata la cattiveria agonistica. Abbiamo sbagliato scelte. A livello tecnico non puoi sbagliare. Devi fare partita tecnica migliore. Abbiamo alzato la palla più volte. Poi dopo il pareggio, bisognava gestire e leggere. Sul secondo gol loro non c’era pressione. Poi loro si sono chiusi ed è stato difficile per noi”. 

Sul coraggio, anche in vista dei prossimi impegni: “Credo che ci siano le qualità per essere compatti e più pericolosi. Ci vuole attenzione e determinazione. Il risultato è appeso a un filo in queste partite. Più attenti e determinati nelle aree di rigore. Non credo che non siamo stati coraggiosi. Nel momento topico, abbiamo subito psicologicamente regalando un gol”. 

Su Krzysztof Piatek, oggi insufficiente nelle nostre pagelle: “La mia idea è di sfruttare tutti al massimo. ho avuto solo 10 giorni di lavoro, ho cambiato il meno possibile. Ci sarà spazio per tutti quelli che mi dimostreranno voglia. Rigiochiamo subito, ora torniamo a lavorare e vincere. Dobbiamo dimostrare sul campo di riuscirci”.