Home Milan News Milan sconfitto dalla Lazio: mai così male nel dopoguerra

Milan sconfitto dalla Lazio: mai così male nel dopoguerra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:49

Milan in crisi, nuova sconfitta in casa contro la Lazio. Era dalla stagione 1938/1939 che i rossoneri non perdevano 6 delle prime 11 partite di campionato. Peggio solo in quella 1940-1941.

alessio Romagnoli gigio Donnarumma milan lazio
Alessio Romagnoli e Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

Doveva essere la serata della prova di maturità e del ritorno alla vittoria contro una grande squadra, invece per il Milan si è trasformata nell’ennesima delusione. Contro la Lazio è arrivata la sesta sconfitta nelle prime undici giornate del campionato Serie A 2019/2020.

Come ricorda oggi la La Gazzetta dello Sport, nel dopoguerra mai così male. Era dalla stagione 1938/1939 che i rossoneri non raggiungevano un simile numero di k.o. nei primi undici turni. Ciò era successo pure nell’annata 1930/1931. Peggio è andata in quella 1940/1941, quando furono sette. Purtroppo il Diavolo sta vivendo un campionato decisamente negativo e nella prossima giornata sfiderà la capolista Juventus a Torino.

Crisi Milan, la Lazio non vinceva a San Siro da 30 anni

Va detto che il Milan contro la Lazio ha giocato abbastanza bene per almeno un’ora, poi c’è stato un calo e purtroppo l’ennesima distrazione è stata fatale nel finale. La squadra, abbastanza stanca fisicamente e demoralizzata mentalmente, ha poi faticato a reagire al gol decisivo segnato da Joaquin Correa all’84’. Dopo 30 anni i biancocelesti hanno espugnato San Siro in campionato.

La squadra di Simone Inzaghi si era portava in vantaggio al 25′ con il solito Ciro Immobile, bravo a colpire di testa su cross di Manuel Lazzari eludendo la pessima marcatura di Leo Duarte. Ma i ragazzi di Stefano Pioli sanno reagire e tre minuti dopo pareggiano, seppur in modo fortunato, con la deviazione decisiva di Bastos sulla conclusione al volo di Krzysztof Piatek imbeccato da Theo Hernandez.

Il Milan sulla trequarti soffre quando la palla è tra i piedi di un illuminato Luis Alberto, abile ad imbucare per Immobile e Correa. Prima della rete del vantaggio, il bomber biancoceleste aveva avuto altre due occasioni ghiotte e nella seconda aveva colpito la traversa. La difesa rossonera è stata bucata troppo facilmente, ma davanti comunque sono state create delle chance.

Purtroppo al 34′ Pioli ha perso per infortunio Samuel Castillejo, che era probabilmente il migliore in campo del Milan. L’entrata di Ante Rebic è stata deludente. Il croato di testa ha sciupato il gol del 2-1 al 37′ e poi in generale ha disputato una partita veramente negativa. Nella ripresa il mister rossonero leva per scelta tecnica Lucas Paquetà per mettere Rafael Leao, ma anche l’attaccante arrivato dal Lille delude fortemente.

Il Milan crea poco nella seconda parte del secondo tempo, invece la Lazio riesce a pungere maggiormente fino a trovare il gol di Correa sull’ennesima lettura negativa di una situazione di gioco da parte dei rossoneri. Solito assist di Luis Alberto e l’argentino davanti a Gigio Donnarumma non sbaglia. La Lazio fa festa, invece il Milan è in crisi e domenica a Torino contro la Juventus rischia di affondare ulteriormente.

Serie A, classifica dopo Milan-Lazio 1-2: rossoneri distanti dall’Europa