Home Milan News Rizzoli: “Non stiamo arbitrando bene”. Ancelotti furioso in riunione

Rizzoli: “Non stiamo arbitrando bene”. Ancelotti furioso in riunione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:47

Le spiegazioni di Nicola Rizzoli e la furia del tecnico Carlo Ancelotti riguardo ai problemi del VAR e le situazioni dubbie viste finora.

Carlo Ancelotti esonero Napoli
Carlo Ancelotti (©Getty Images)

Oggi è andato in scena a Roma un incontro organizzato dalla FIGC, che ha visto protagonisti gli arbitri di Serie A, gli allenatori e i capitani delle varie squadre.

Tema centrale: valutare gli interventi del VAR in questa prima fase della stagione calcistica, alla luce dei tanti cambiamenti del regolamento e anche delle varie polemiche sorte di recente.

Il designatore Nicola Rizzoli, noto ex arbitro italiano, ha presieduto l’incontro analizzando gli episodi da moviola che hanno fatto maggiormente discutere.

Rizzoli ha ammesso le colpe della sua categoria in diverse gare di inizio campionato: “Non stiamo arbitrando bene, ma ci sono delle nuove regole che dobbiamo ancora assimilare. Le regole sui falli di mano sono più complicate, dobbiamo adattarci e non è stato facile”.

Presente Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, che ha letteralmente sbottato durante l’incontro: “Voglio accettare l’errore di Giacomelli, come di Rocchi, ma non accetto l’errore del VAR. L’errore lo deve fare l’arbitro. Avete sbagliato in Napoli-Atalanta?”. Rizzoli: “Si andava interrotto il gioco”. Ancelotti: “Ok dopo questo posso anche andare via. Mi basta sapere che avete sbagliato. Il problema principale è chi arbitra le partite. A volte l’impressione è che le partite vengano decise dal VAR, ma secondo me è l’arbitro che deve decidere. Nelle designazioni so che Rocchi e Orsato arbitrano le gare, gli altri sono più condizionati. Può essere che un assistente VAR con esperienza comandi. Voglio essere sicuro che sia l’arbitro a giudicare. Sulle situazione oggettive ok, ma su quelle non oggettive non può essere il VAR a decidere”.

Milan-Inter, duello di mercato per un talento della Bundesliga