Home Calciomercato Milan Milan-Ibrahimovic, nodo ingaggio: ecco quando Zlatan deciderà

Milan-Ibrahimovic, nodo ingaggio: ecco quando Zlatan deciderà

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:35

Il Milan ha incontrato Mino Raiola per discutere del ritorno di Zlatan Ibrahimovic, operazione possibile se si trova la quadra sul contratto e l’ingaggio dello svedese.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Il Milan sembra intenzionato a fare sul serio per riportare Zlatan Ibrahimovic in maglia rossonera. Nonostante i 38 anni del giocatore, l’operazione è ritenuta utile per rinforzare una squadra che oggi è in grande difficoltà.

Nella giornata di ieri i dirigenti hanno avuto un incontro con Mino Raiola, agente dell’attaccante svedese. Un primo contatto ufficiale e diretto tra le parti. C’è apertura a discutere di un affare che sarebbe clamoroso, visto che l’ormai ex stella dei Los Angeles Galaxy lasciò Milano nell’estate 2012 per approdare nel PSG.

Calciomercato Milan, quale ingaggio per Ibrahimovic?

Il nodo principale dell’operazione sembra essere l’ingaggio. Il quotidiano Tuttosport oggi spiega che il contratto dovrebbe essere di 18 mesi, non di 6 mesi con l’opzione per un prolungamento annuale. C’è bisogno di lavorare sulle cifre dello stipendio, magari inserendo bonus specifici. Essendo nel finale della propria carriera, ovviamente Ibrahimovic cerca di strappare le condizioni economiche migliori possibili. Raiola è spesso bravo in questo.

Il Milan dovrà fare uno sforzo per assicurarsi il centravanti svedese. Vero che l’acquisto di un quasi 40enne non è propriamente in linea coi progetti di Elliott e di Ivan Gazidis, ma si tratta di un giocatore che può avere un impatto positivo sulla squadra. Nonostante l’età avanzata, fisicamente appare integro e può dare un buon contributo pur non potendo essere lo stesso campione di qualche stagione fa.

Ibrahimovic dovrebbe prendere una decisione sul proprio futuro verso metà dicembre. Valuterà le diverse proposte e poi sceglierà quella ritenuta migliore, non solo economicamente. In Serie A anche Bologna e Napoli lo hanno messo nel mirino. Però non vanno escluse le piste estere. Ci sono diverse società che lo vorrebbero, a partire dal Malmoe che sogna il suo ritorno in Svezia per la chiusura della carriera.

Angel Correa: “Il Milan mi voleva, l’Atletico Madrid ha deciso di tenermi”