Home Editoriali Milan Memories – 3 gennaio 1988: lezione di calcio, Gullit umilia Maradona

Milan Memories – 3 gennaio 1988: lezione di calcio, Gullit umilia Maradona

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:40

Un tuffo nel passato rossonero: il ricordo di una vittoria schiacciante del Milan di Arrigo Sacchi contro il Napoli super di Diego Maradona.

Gullit e Maradona Milan-Napoli
Ruud Gullit e Diego Maradona (©Getty Images)

Per la ripresa del campionato dopo la sosta di novembre, il Milan è atteso da un altro scontro diretto importante e allo stesso tempo nostalgico.

I rossoneri ospiteranno a San Siro il Napoli. Ma quello che sulla carta dovrebbe essere un match tra due ‘big’ della Serie A, rischia di essere un dentro/fuori tra le più grandi delusioni del torneo fino a questo momento.

La redazione di MilanLive.it ricorda oggi un precedente tra Milan e Napoli che risale addirittura al 1988, riguardante una splendida vittoria rossonera. Un buon auspicio in vista del match di sabato prossimo alle ore 18.

Milan Memories – 9 maggio 1999: Weah-show, rossoneri verso lo scudetto

Milan-Napoli, il precedente: Sacchi, Gullit e il poker contro Maradona

Il precedente in questione risale dunque ad un periodo in cui Milan e Napoli erano letteralmente le squadre da battere, due club ricchi di campioni e di aspettative in Italia e nel mondo.

Il 3 gennaio del 1988 si sfidarono a San Siro, dopo la sosta natalizia, il Milan di Arrigo Sacchi, vera rivelazione del torneo, ed il Napoli di Diego Armando Maradona, squadra campione in carica e favoritissima per la lotta al titolo.

In quel momento gli azzurri sono in testa al campionato con 5 punti di distacco sullo stesso Milan, che però vuole rimettere tutto in discussione nello scontro diretto.

Protagonista assoluto sarà Ruud Gullit, da poco nominato Pallone d’oro 1987 e pronto a sfidare il suo dirimpettaio Maradona, in un duello senza pari tra numeri 10 intramontabili.

Il ‘Pibe de Oro’ parte fortissimo: dopo pochi minuti manda in gol Careca con un assist pazzesco, portando il Napoli in vantaggio. Ma sarà l’unica gemma di un pomeriggio grigio per il campione argentino.

Gullit da quel momento in poi difatti trascinerà un Milan devastante, abile a ribaltare il risultato già nel primo tempo: prima regala l’assist del pareggio a Angelo Carbone, poi ci pensa Pietro Paolo Virdis con un’azione personale a segnare la rete del 2-1.

Nella ripresa c’è solo il Milan in campo e Gullit mette subito la sua firma personale sul match: su lancio di Ancelotti (attuale mister del Napoli) l’olandese dribbla Garella e segna comodamente la terza rete.

Infine è Roberto Donadoni a calare il poker con un destro insidioso che beffa ancora Garella e chiude di fatto l’incontro sul 4-1.

Un successo che darà il via alla rimonta rossonera in Serie A, conclusa con il sorpasso sul Napoli e la vittoria dell’undicesimo Scudetto. Il preludio alla grande era del Milan di Sacchi.

Milan-Napoli 4-1, il tabellino del match

MILAN: G. Galli, Tassotti, Maldini, Colombo, F. Galli, Baresi, Donadoni, Ancelotti, Virdis, Gullit (Massaro), Evani (Bortolazzi). All: Sacchi.

NAPOLI: Garella, Ferrara, Francini, Bagni, Ferrario (Bigliardi), Renica, Careca, De Napoli, Giordano, Maradona, Filardi (Sola). All: Bianchi.

Arbitro: Agnolin di Bassano del Grappa.

Marcatori: 10′ Careca, 19′ Colombo, 24′ Virdis, 73′ Gullit, 78′ Donadoni.

Rodriguez-Milan, si decide il futuro: incontro con l’agente