Home Milan News L’episodio – Rebic, Kessie e Biglia: distratti in spogliatoio, disastrosi in campo

L’episodio – Rebic, Kessie e Biglia: distratti in spogliatoio, disastrosi in campo

Focus su un episodio molto particolare all’interno del match di sabato Milan-Napoli: in questo caso puntiamo il dito sull’atteggiamento di alcuni calciatori.

Franck Kessie Kalidou Koulibaly Milan Napoli
Franck Kessie e Kalidou Koulibaly (©Getty Images)

Prosegue la rubrica della redazione di MilanLive.it, incentrata sull’episodio determinante delle gare giocate in campionato dalla squadra di Stefano Pioli.

Sabato alle ore 18 il Milan ha impattato in casa contro il Napoli, in un match tra vere e proprie delusioni del campionato che speravano di tornare a fare punti pesanti.

Ne è scaturito un pareggio per 1-1 che non ha fatto contento nessuno. I rossoneri in particolare avevano bisogno della vittoria per tornare a sorridere ed iniziare a migliorare un classifica davvero negativa.

Oggi il focus va su un episodio non di campo, bensì su un’immagine che ha fatto il giro del web colta dalle telecamere di Sky Sport negli spogliatoi di San Siro prima del fischio d’inizio di Milan-Napoli.

Serie A, Lecce-Cagliari 2-2: Calderoni come a San Siro

Milan-Napoli 1-1, l’episodio clou: tanti ‘social’ e poca concentrazione tra i rossoneri

L’immagine in questione riguarda tre calciatori del Milan, colti in flagrante dalle telecamere nell’atto di prepararsi a scendere in campo per il duello di sabato scorso.

In particolare sono stati inquadrati Ante Rebic, Franck Kessie e Lucas Biglia, intenti a maneggiare i loro telefoni cellulari prima di essere chiamati per recarsi col resto del gruppo sul terreno di gioco.

Rebic, Kessie e Biglia
Rebic, Kessie e Biglia negli spogliatoi (foto sky sport)

Una fotografia che rappresenta una sintesi dell’atteggiamento di troppi calciatori, anche all’interno della rosa del Milan: invece di concentrarsi sulla partita che stanno per affrontare, i ragazzi di Pioli preferiscono dedicarsi ai ‘social‘ chiudendosi sui propri smart phone.

Non è un caso se i tre calciatori in questione sono poi risultati i peggiori in campo contro il Napoli: Rebic ha giocato solo 45′ deludendo le aspettative. Biglia ha disputato l’ennesima prova lenta e impacciata e lo stesso Kessie (subentrato a Rebic) non ha mai dato l’idea di poter entrare nel vivo del match.

Ovviamente la ripresa dei tre suddetti giocatori con i loro cellulari non è stata forzatamente determinante nell’1-1 finale tra Milan e Napoli, ma è un messaggio chiaro: se i calciatori di mister Pioli decidessero di lasciare da parte le distrazioni e puntassero più a lavorare sul campo sarebbe un bene per il campionato dei rossoneri.

Krunic, fiducia da Pioli: il bosniaco sta meritando il posto