Piatek involuto, al Milan serve un bomber: sarà Ibrahimovic?

Al Milan mancano i gol di un centravanti, è evidente. Krzysztof Piatek sta deludendo e a gennaio il club agirà. Ma basterà, eventualmente, il 38enne Zlatan Ibrahimovic?

Krzysztof Piatek
Krzysztof Piatek (©Getty Images)

Nel Milan c’è sicuramente un caso legato a Krzysztof Piatek, centravanti che sta avendo un rendimento pesantemente negativo. Dopo aver stupito nella passata stagione, ora sembra un lontano parente del bomber implacabile che mostrò di essere.

Il polacco ha subito un’involuzione incredibile e non basta certamente citare la presunta “maledizione della maglia numero 9” per spiegare tutto. I problemi son ben altri. La sensazione è che l’ex Genoa si sia un po’ montato la testa e che debba ritrovare umiltà per tornare ad essere quello della sua prima annata in Italia.

Milan, Piatek delude e serve un goleador. Sarà Ibrahimovic?

Se Piatek non dovesse riuscire a ritrovare con continuità la via del gol, il Milan sarà costretto a muoversi sul mercato a gennaio. In realtà, già è in trattativa con Mino Raiola per riportare Zlatan Ibrahimovic in rossonero. Un’operazione non facile per ragioni legate alle richieste di ingaggio de 38enne svedese, ma che si potrebbe concretizzare.

A Stefano Pioli serve un attaccante che garantisca dei gol. Piatek sembrava esserlo, però si è smarrito. In organico c’è anche Rafael Leao, un giovane che ha del potenziale interessante e che deve crescere mentalmente, diventando maggiormente concreto in area avversaria. L’ex di Sporting Lisbona e Lille oggi non sembra poter rappresentare una garanzia.

Ma può essere il 38enne Ibrahimovic a garantire i gol che mancano oggi al Milan? Difficile dirlo. Dopo due anni in un campionato meno impegnativo come la Major League Soccer risulta complicato fare previsioni su quello che potrà eventualmente essere il rendimento dello svedese.

Zlatan appare integro fisicamente e, visto anche il suo enorme bagaglio tecnico, un contributo utile alla squadra rossonera lo potrà dare. Vedremo, in caso, se potrà essere un titolare e giocare con continuità in Serie A. Si è parlato pure dell’ipotesi prestito per Piatek e in tal caso non escludiamo che, oltre a Ibra, il club di via Aldo Rossi possa pensare di prendere un ulteriore innesto (low cost) in attacco.

Piatek deludente e fischiato: tocca a Leao in Parma-Milan?