CorSera – Risposta Ibrahimovic, Milan infastidito dall’attesa 

Milan, i tempi dilatati di Zlatan Ibrahimovic iniziano a infastidire la società. Dietro questo tentennare – secondo i dirigenti – ci sarebbe un’offerta che non convincerebbe l’attaccante al 100%. 

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic tentenna a oltranza e il Milan non la prende benissimo. Come infatti riferisce il Corriere della Sera oggi in edicola, dalla sede rossonera non nascondono il fastidio per i tempi dilatati della risposta dell’attaccante.

Secondo la dirigenza rossonera, la sensazione è che la proposta economica da 6 milioni per 18 mesi in realtà non soddisfi a pieno il campione svedese. Ma il Diavolo, dall’altra parte, la considera rispettosa per il valore del giocatore in relazione all’età e le recenti esperienze.

Milan-Ibrahimovic, la situazione

Ibra tuttavia non si accontenta, e così tra un post vari sui social gioca al rialzo. In effetti, come svela parallelamente La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, l’attaccante classe 81 avrebbe fatto una controproposta: tre milioni netti per i primi tre mesi. 

Nonostante i 38 anni, Ibra non si accontenta e fra un post e un tweet gioca al rialzo. Nel frattempo il Tottenham si è sfilato dalla corsa come rivelato da José Mourinho ma si è aggiunto il Flamengo, fresco della vittoria in Coppa Libertadores e con la missione di provare a vincere il Mondiale per club contro il Liverpool di Jurgen Klopp. E sullo sfondo restano sempre Bologna e Napoli.

Per quanto riguarda l’Hammarby, si tratta solo di business e il calciatore ci ha marciato un po’ su. In mattinata, infatti, il club scandinavo ha annunciato che l’attaccante svedese sarà comproprietario della società di Stoccolma con un comunicato ufficiale. Mister risolto dunque, col il 38enne che non chiuderà la carriera in patria o almeno non ancora.

Ecco quanto si legge dalla nota: “Questa settimana, i rappresentanti di Hammarby Football hanno incontrato AEG e Zlatan Ibrahimović a Los Angeles. AEG ha informato Hammarby di aver venduto metà della sua proprietà in AEG Svezia a Ibrahimović, il che a sua volta significa che Ibrahimović diventa parte titolare di Hammarby Fotboll AB”. 

Nuovo stadio, Milan-Inter valutano anche aree private: le ultime