Home Calciomercato Milan Rakitic: “Giocare a Barcellona è meglio. Futuro? Non so che succederà”

Rakitic: “Giocare a Barcellona è meglio. Futuro? Non so che succederà”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:27
Ivan Rakitic Barcellona
Ivan Rakitic (©Getty Images)

Ivan Rakitic è uno dei giocatori più chiacchierati in vista del calciomercato di gennaio 2020. Il suo addio al Barcellona viene dato per certo, visto che Ernesto Valverde non lo ritiene più fondamentale.

Il 31enne centrocampista croato ha già manifestato il proprio malcontento settimane addietro. Ha voglia di giocare con continuità e in maglia blaugrana non gli è possibile. Pur non essendo più giovanissimo, si sente in grande condizione fisica e pensa di poter giocare ancora a grandi livelli. Salvo sorprese, a gennaio dovrebbe maturare il divorzio dal Barça.

Calciomercato Milan, Rakitic può restare a Barcellona?

Rakitic al termine della partita Atletico Madrid-Barcellona ha avuto modo di parlare della sua situazione a Marca. Ecco le dichiarazioni rilasciate: «Voglio provare a cambiare questa situazione. Se ti senti male o triste, devi lasciartelo alle spalle. Non so cosa accadrà, ma non esiste posto migliore del Barcellona per giocare. Voglio fare del mio meglio. Se posso farlo qui, è ancora meglio».

Il centrocampista croato poco fa aveva dichiarato che al Barcellona gli era stato tolto il pallone, visto che non giocava. A tal proposito ha spiegato: «Lo dissi per far capire quanto mi piaccia il calcio. Se posso giocare, non c’è posso migliore del Barça. Io voglio divertirmi e fare del mio meglio, perché ho ancora molto da dare. Ora devo continuare a migliorare e godermi ogni giorno, se può essere qui sarà meglio».

L’ex Siviglia non nasconde la propria preferenza per una eventuale permanenza in Catalogna, ma allo stesso tempo spiega di voler giocare. Contro l’Atletico Madrid ha avuto l’opportunità di giocare e probabilmente ciò lo ha portato ad aprire alla possibilità di rimanere in maglia blaugrana. Tuttavia, non è detto che il suo trasferimento non possa avvenire comunque a gennaio 2020.

La rivincita di Conti: lui ed Hernandez certezze del Milan