Gazzetta – Milan, tutto su Ibrahimovic: scartati Kean e Mandzukic

Milan, si aspetta solo e unicamente Zlatan Ibrahimovic. All-in del club rossonero sullo svedese. E nel frattempo dai piani alti di Elliott arriva un ordine importante. 

Zlatan Ibrahimovic Italia o ritiro
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic o nessun’altro. Nel senso che il Milan non sta nemmeno considerando un eventuale piano B in attesa della fatidica risposta. Anche perché come rivela La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, Paolo Maldini e Zvonimir Boban hanno scartato le alternative di prospettiva alla Moise Kean e accantonato i profili di esperienza stile Mario Mandzukic.

Dai piani alti di Elliott Management Corporation, del resto, sono stati chiari: eccezion fatta per Ibra, non c’è l’intenzione di investire sui giocatori over 30. Quindi è all-in sullo svedese. Con un contratto da 6 mesi eventualmente allungabili a 18 totali per 6 milioni netti d’ingaggio.

Ibrahimovic ha scelto il Milan?

In ballo, tuttavia, ci sono anche altri interessi. Come infatti svela il quotidiano, il Diavolo resta la prima scelta anche per il bene della famiglia e per i suoi equilibri. Anche se la Champions del Napoli ingolosisce e il legame con Sinisa Mihajlovic per un’avventura a Bologna pure stuzzica.

Così la scelta finale sarebbe ricaduta sul capoluogo lombardo e il Milan, come del resto ha lasciato intendere con la recente intervista a GQ Italia: “Andrò in una squadra che deve vincere di nuovo, che deve rinnovare la propria storia, che è in cerca di una sfida contro tutti. Solo così riuscirò a trovare gli stimoli necessari per sorprendervi ancora. Come calciatore non si tratta solo di scegliere una squadra, ci sono altri fattori che devono quadrare. Anche negli interessi della mia famiglia. Ci vediamo presto in Italia”.

Nonostante tutto, però, la fumata bianca ancora non è giunta. Probabile che vada sistemato qualche dettaglio del contratto, o magari attende un leggero rialzo sull’ingaggio richiesto dallo stesso bomber. Nel frattempo è arrivata anche la benedizione di un leader come Giacomo Bonaventura: “Ibra è un grandissimo campione. Magari averlo in squadra, tutti i club vorrebbero un attaccante come lui. Non ho notizie concrete, dobbiamo aspettare e vedere cosa accadrà”.

Nesta: “Milan, Ibrahimovic uomo giusto. Allegerisce chi gli sta vicino”