Milan, ricordi Vangioni? Gol pazzesco al Mondiale per club | VIDEO

Gol pazzesco di Leonel Vangioni, ex terzino del Milan, col Monterrey nel Mondiale per Club. Ecco il video di questa incredibile prodezza

gol vangioni monterrey

Ve lo ricordate Leonel Vangioni? Adriano Galliani lo portò al Milan nell’estate del 2016 a parametro zero. Terzino sinistro, classe 1987. Prima dei rossoneri non aveva mai giocato in Europa.

Con la maglia del Diavolo collezionò 15 presenze. Un anno dopo l’addio e il passaggio al Monterrey, club messicano. Proprio con questa squadra sta giocando il Mondiale per Club e oggi è sceso in campo contro l’Al-Sadd.

La partita è ancora in corso e il Monterrey è avanti 3-1. La prima rete l’ha segnata proprio lui, Vangioni. Un gol pazzesco quello dell’ex terzino del Milan. Non ci credete? Eccovi le immagini:

https://www.youtube.com/watch?v=h2LPRIbp41U

Una bordata assurda quella del giocatore argentino. Un sinistro da 35 metri che non ha lasciato scampo al portiere avversario. Il pallone ha colpito il palo prima di infilarsi in porta. Un gol davvero clamoroso.

BORINI NON CONVOCATO PER MILAN SASSUOLO: SKY RIVELA IL MOTIVO

Vangioni e il Milan

Leonel Vangioni
Leonel Vangioni (©Getty Images)

L’esperienza di Vangioni in Italia è durata soltanto un anno e soprattutto non ha lasciato il segno al Milan. Utilizzato molto poco (15 presenze) e non ha mai convinto i tifosi. Galliani lo prese a parametro zero nell’estate del 2016, la prima con Vincenzo Montella allenatore.

Veniva da molti anni al River Plate e, prima del Milan, come già detto, non aveva mai avuto un’esperienza in Europa.

I titolari in quell’anno erano Mattia De Sciglio (al suo ultimo anno al Milan) e Davide Calabria, che si era affacciato alla prima squadra un anno prima con Sinisa Mihajlovic in panchina.

Vangioni scese in campo pochissime volte quell’anno per poi, nell’estate del 2017, passare al Monterrey. Fu Massimiliano Mirabelli a trovargli una sistemazione. Non c’erano altre vie per lui, chiuso anche dall’arrivo di Ricardo Rodriguez. E’ in Messico da diversi anni dove gioca con continuità. Oggi ha toccato probabilmente il punto più alto in carriera.