Home Calciomercato Milan CorSera – Ibrahimovic-Milan, aumenta lo scetticismo: le ultime

CorSera – Ibrahimovic-Milan, aumenta lo scetticismo: le ultime

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:19

Zlatan Ibrahimovic e il Milan, decisione rinviata praticamente all’anno nuovo: aumenta lo scetticismo in casa rossonera e il club inizia a valutare le alternative che dipenderanno però da Krzysztof Piatek. 

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Appuntamento all’anno nuovo. Zlatan Ibrahimovic e il Milan, cambia tutto. La scelta finale dello svedese, attesa finora entro la metà di dicembre, ora va dritta verso un rinvio al 2020 come riferisce il Corriere della Sera oggi in edicola.

Ogni decisione definitiva sarà dunque rinviata a fine anno, dopo il match con l’Atalanta. Anche perché Ibra, fermo nel proposito di voler passare le vacanze con i familiari, rimanderà ogni responso a dopo Natale.

Milan-Ibrahimovic, il piano B dipenderà da Piatek

Nel frattempo però aumenta lo scetticismo in Casa Milan. I dirigenti, infatti, percepiscono sempre più una scarsa convinzione nello svedese ad accettare la proposta rossonera. La situazione, del resto, è ancora in piena fase di stallo: il Diavolo propone un contratto di 6 mesi più altri 12 aggiuntivi in caso di qualificazione in Champions League, mentre il giocatore pretende un vincolo di 18 mesi e senza troppi fronzoli. Fermo restando che oltre all’aspetto temporale, manca l’intesa anche sul piano economico.

Nel frattempo oggi toccherà ancora Krzysztof Piatek, il quale, nell’ultimo match contro il Bologna, ha dato dei segnali incoraggianti. Anche la sua posizione avrà un peso importante in questa vicenda. Come infatti riferisce il CorSera, in caso di fumata nera finale, l’alternativa sarà valutata in base al rendimento del bomber polacco. Il piano B milanista sarà subordinato alla rigenerazione tecnica dell’attaccante.

Dovesse infatti mostrare ulteriori segnali di ripresa, la società potrebbe muoversi per un profilo che non lo oscurerebbe completamente ma un passo indietro nelle gerarchie. In caso di nuovo passo indietro, invece, la dirigenza proverebbe a rilanciare per un profilo importante anche se non ci sono grosse alternative. I nomi più caldi, in tal senso, restano Mario Mandzukic della Juventus e Olivier Giroud del Chelsea.

Monza, Galliani svela: “Offerta ufficiale a Ibrahimovic”