Milan, è Jovic l’alternativa a Ibrahimovic: i dettagli

Calciomercato Milan | Secondo ultime indiscrezioni i rossoneri avrebbero trovato nel giovane bomber serbo il nome alternativo in attacco.

Luka Jovic
Luka Jovic (©Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic si allontana. Il Milan però non sembra perdere colpi: secondo le ultime indiscrezioni il club ha già pronta l’alternativa giusta.

Il Milan ha bisogno di un attaccante a gennaio. Servono gol e qualità, per un reparto che ultimamente è tornato a creare molto, ma continua a segnare e concretizzare pochissimo.

Se, come sembra, Ibrahimovic non sarà il colpo invernale tanto sognato, il Milan virerà su un altro calciatore. Che ha due cose in comune con Ibra: le chiare origini balcaniche e la voglia di giocare e segnare con continuità.

MILAN, BOBAN: “IBRAHIMOVIC? VEDIAMO COME ANDRÀ”

Calciomercato Milan, Jovic l’obiettivo misterioso per l’attacco

L’indiscrezione sul nome misterioso arriva dalla pagina Milanista Non Evoluto, che ha raccolto notizie sul calciatore seguito dal Milan come alternativa a Ibrahimovic.

Si tratterebbe di Luka Jovic, centravanti serbo del Real Madrid. Un calciatore che, la scorsa estate, ha scelto di indossare la casacca ‘blanca’ dopo l’ottima esperienza a Francoforte.

Il classe ’97 ha giocato però pochissimo in Liga: solo 10 presenze per un’equivalente di 300 minuti complessivi. Poco per un talento costato al Real la bellezza di 60 milioni di euro.

Pare che Maldini e Boban abbiano avviato i contatti con Jovic e il suo agente Fali Ramadani, puntando sul prestito oneroso a gennaio del centravanti.

Sarà dunque Jovic la prima alternativa a Ibrahimovic. Ma non l’unica: le indiscrezioni parlano anche di Olivier Giroud, proposto al Milan da alcuni intermediari. Ma per età e costo il francese non viene considerato una prima scelta.

Occhi anche sul baby argentino Adolfo Gaich, stella del San Lorenzo e della Under-19 albiceleste. Il d.s. Massara e il capo osservatore Moncada lo ammirano, ma la Roma appare in pole su questo talento sudamericano.

San Siro, due progetti per la riqualifica