Home Calciomercato Milan Milan, addio Borini: Genoa sempre più vicino 

Milan, addio Borini: Genoa sempre più vicino 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:58

Prima cessione in arrivo per il Milan: Fabio Borini è ormai ai saluti. Si registrano nuovi passi avanti col Genoa: la trattativa è agli sgoccioli. 

Fabio Borini
Fabio Borini (©Getty Images)

Fabio Borini e il Genoa, parti vicinissime. Lo ribadisce il collega Alfredo Pedullà attraverso il proprio sito. Come infatti si legge sul portale, la trattativa è ormai ai dettagli e manca davvero poco per l’intesa definitiva.

La svolta è arrivata ieri in serata, soprattutto dopo il mancato rilancio dalla Premier League. Nessun segnale dal Crystal Palace, così come si è completamente defilato in Italia anche il Torino. Dunque dopo l’approdo di Zlatan Ibrahimovic in rossonero, è ormai prossima anche la prima cessione milanista.

Milan, ora le altre cessioni

Un addio annunciato quello dell’ex Liverpool, sia dall’agente che dalle circostanze. “Ogni allenatore fa delle scelte, a gennaio si cercherà di comune accordo di farlo giocare da un’altra parte”, aveva infatti riferito il suo agente in tempi non sospetti.

Ma oltre a una questione tecnica, è stato anche un discorso economico per le parti. In scadenza di contratto a giugno 2020, infatti, l’esterno lascerà il Diavolo in anticipo, permettendo così di monetizzare seppur in minima parte.

Alla sua uscita ne seguiranno poi anche altre. Un’altra certa, per esempio, dovrebbe essere quella di un Ricardo Rodriguez particolarmente insoddisfatto per questa prima parte di stagione. Puntualmente ai box anche per l’exploit di Theo Hernandez, lo svizzero ha chiesto la cessione in vista dell’Europeo estivo che non vuole assolutamente perdersi.

Tuttavia sullo sfondo restano soprattutto due cessioni che potrebbero far la differenza in entrata: da una parte quella di Lucas Paquetá al Paris Saint-Germain, dall’altra quella di Frank Kessie in Premier League. Gli incassi eventuali oscillerebbero tra i 30 milioni per il brasiliano e i 20 per l’ivoriano. Oro colato, nel caso, per Elliott Management Corporation.

Capello: “Ibrahimovic come Ronaldo. Al Milan non per soldi”