Cassano: “Ibrahimovic fa paura. L’80% dei compagni non merita il Milan”

Antonio Cassano è favorevole al ritorno di Zlatan Ibrahimovic al Milan, nonostante i 38 anni dello svedese. Critica invece altri giocatori rossoneri.

Antonio Cassano
Antonio Cassano a Tiki Taka

Antonio Cassano è uno che parla sempre senza filtri, dice quello che pensa anche a costo di essere impopolare e di ricevere critiche. Anche nell’ultima intervista concessa a Sky Sport ha detto in modo diretto le proprie opinioni.

Uno dei temi sui quali è stato interpellato è il ritorno di Zlatan Ibrahimovic al Milan. A tal proposito si è così espresso: “Mi aspettavo il suo ritorno, ho sempre detto che se fosse tornato in Italia, sarebbe tornato al Milan. Lui è molto affezionato alla città di Milano e al Milan. Dopo Ronaldo e Marco Van Basten è il numero nove più forte degli ultimi 30 anni, è un fenomeno nonostante l’età. Zlatan fa rendere i compagni di squadra al 110%.”.

Ibrahimovic proprio al Milan fu compagno di Cassano, il quale ha una pessima opinione su chi oggi indossa la maglia rossonera: “L’80-85% per cento dei suoi compagni di squadra oggi non merita di giocare nel Milan, rapportati alla storia del club. Io però sono sicuro che Ibra li farà rendere al meglio. Lui vuole che tutti in allenamento diano il massimo, altrimenti alza la voce. E quando lo fa c’è da aver paura. Ibra farà la differenza e farà rendere al massimo i suoi compagni”.

Fantantonio non le manda a dire. Secondo lui molti dei giocatori presenti a Milanello dovrebbero stare altrove. Un giudizio duro, ma interpellando i tifosi il pensiero generale non si discosterebbe troppo. In questa stagione finora negativa sono in pochi a salvarsi e ad essere ritenuti intoccabili.

Calciomercato Milan, occhi sul croato Barisic: il terzino assist-man