Ibrahimovic, via al conto alla rovescia: il programma dello svedese

Zlatan Ibrahimovic e il Milan: ci siamo. Ancora poche ore e la città potrà riabbracciare il campione scandinavo pronto al bis in rossonero. Ecco il programma dell’attaccante per lo sbarco in Lombardia. 

Zlatan Ibrahimovic ufficiale Milan
Zlatan Ibrahimovic (Foto AC Milan)

Il conto alla rovescia in casa Milan è doppio. Uno per Capodanno, l’altro per Zlatan Ibrahimovic. Perché ormai manca davvero poco per riabbracciare concretamente il campione scandinavo.

Come infatti riferisce La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, l’attaccante sbarcherà all’aeroporto di Linate giovedì in tarda mattinata attorno alle 11.00. Niente Capodanno in Italia dunque, come si era ipotizzato in un primo momento. E niente visite mediche nelle primissime ore del nuovo anno come da routine.

Per Ibrahimovic è stata fatta un’eccezione rispetto alle linee guida societarie sul mercato, anche perché il giocatore ha chiesto qualche giorno in più per organizzare il trasloco. Così alla fine è stata trovata un’intesa a metà: ok al finale di anno in Svezia, ma appuntamento in Lombardia già giovedì 2 gennaio.

Le visite di rito si terranno alla clinica ‘La Madonnina’, presumibilmente a ora di pranzo. Da lì tutti i classici passaggi: idoneità sportiva, test atletici a Milanello, la firma del contratto inizialmente semestrale e nel pomeriggio il primo contatto con la squadra.

Venerdì mattina invece gli occhi del mondo saranno tutti in Casa Milan per la conferenza stampa di presentazione, con l’appuntamento fissato per le 10.00. L’obiettivo, intanto, è tornare al top nel più breve tempo possibile.

Stefano Pioli potrebbe portarlo in panchina già alla ripresa del campionato, ossia il 6 gennaio a San Siro contro la Sampdoria, per poi magari programmare il debutto per Milan-Spal di Coppa Italia del 15 gennaio.

Ma prima di qualunque decisione, il tecnico aspetterà di testare dal vivo lo stato di forma del suo nuovo attaccante. Ma chi conosce Ibra – conclude la GdS – assicura che sia già a una condizione discreta, essendosi allenato anche dopo l’addio ai Galaxy.

Pioli: “Milan, spero di aprire un ciclo. Ibrahimovic sarà fondamentale”