Todibo, Milan convinto anche dal doppio ruolo. Pronte due cessioni

Milan, per Jean-Clair Todibo c’è anche una caratteristica da jolly ad aver convinto il club rossonero. Nel frattempo tiene banco anche il mercato in uscita: pronte due cessioni. 

Jean-Clair Todibo
Jean-Clair Todibo
(©Getty Images)

Milan, il mercato ora entra nel vivo. Abbracciato Zlatan Ibrahimovic, la società adesso accelera per il fronte difensivo con un occhio anche alle cessioni. E c’è già un nome in pole position per il reparto arretrato: Jean-Clair Todibo, il talento 19enne del Barcellona.

Serve un giocatore che riequilibri il reparto dopo l’infortunio di Léo Duarte. Stefano Pioli, infatti, può concretamente contare solo su Alessio Romagnoli e Mateo Musacchio, considerando un Mattia Caldara tutto da valutare e il giovane Matteo Gabbia.

Milan tra Todibo e le cessioni

Ma c’è una caratteristica ben precisa che ha spinto il Diavolo a puntare particolarmente sull’ex Tolosa, ossia la capacità di agire anche da mediano. All’occorrenza, infatti, il francese può essere sfruttato anche davanti alla difesa di un 4-3-3. E come riferisce il CorSport, è stato quest’elemento a spingere la società ad accelerare e a chiedere il giocatore. La formula – riferisce il CdS– è quella del prestito oneroso con diritto di riscatto.

La risposta finale però spetta al giocatore. Oltre il Milan, alla porta ci sono anche Bayer Leverkusen, Schalke 04, Watford, Monaco e Nizza. La concorrenza è agguerrita, ma il club rossonero ha messo sul piatto il blasone e soprattutto la disponibilità a un minutaggio molto alto da qui a fine stagione.

Nel frattempo hanno le valigie pronte Fabio Borini e Ricardo Rodriguez. L’attaccante saluta poiché desideroso di giocare e in quanto non rientra nel progetto di Pioli, mentre l’esterno richiede continuità in vista dell’Europeo in estate. Per Borini c’è il Genoa davvero vicino, mentre per l’ex Wolfsburg ci sono almeno quattro squadre all’orizzonte ma la dirigenza cede solo a titolo definitivo. Nel frattempo si è raffreddata la pista West Ham per Frank Kessie, mentre il PSG non alza l’offerta per Lucas Paquetá col Milan che chiede almeno 32 milioni per non mettere a bilancio una minusvalenza.

CorSera – Milan, Pioli pensa a un tandem Ibrahimovic-Leão