Pioli: “Milan coraggioso. Suso reagisca, Theo Hernandez deve migliorare”

Il Milan vince senza problemi contro la SPAL in Coppa Italia, e accede ai quarti. Nel post-partita, ecco le dichiarazioni di Stefano Pioli in conferenza stampa. 

Pioli Stefano Milan
Stefano Pioli (©Getty Images)

Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa dopo la vittoria del suo Milan sulla SPAL per 3-0. Rossoneri che accedono ai quarti di finale, sfideranno il Torino sempre a San Siro.

Il tecnico ha commentato così il passaggio del turno del Milan e l’importanza di andare avanti nella competizione: “Ho visto una squadra più coraggiosa. Non pensavo ad una partita semplice. Ho ricordato alla squadra la difficoltà che avevamo incontrato in campionato. Abbiamo vinto con merito. Se vi dico che è importante voi dite che Pioli vuol vincere la Coppa Italia. Tutte le grandi squadre vogliono vincerla, noi come tutte le altre. Dobbiamo pensare una partita alla volta. Siamo un grande club e dobbiamo puntare al massimo. Sarà difficile vincerla, ma ci dobbiamo provare”.

Sulla scelta del nuovo modulo 4-4-2, se dà più garanzie rispetto al 4-3-3: “Non penso sia una questione di tattica, ma è questione di atteggiamento e interpretazione della gara. Abbiamo indirizzato bene la gara, abbiamo avuto intensità e aggressività. Ero certo della risposta dei giocatori che ultimamente sto scegliendo meno”.

Sul calciomercato: “Sono contento delle risposte date da chi ha giocato. Sto vedendo atteggiamenti molto positivi. Poi sul mercato se possiamo migliorare, lo faremo”.

MILAN-SPAL, VIDEO GOL E HIGHLIGHTS 

Pioli su Suso e Piatek, poi critica Theo Hernandez

Successivamente Pioli si è soffermto sui singoli. Anzitutto sul più bersagliato, Jesus Suso, anche se dopo il suo ingresso la Curva Sud lo ha incoraggiato con un coro: “Ho apprezzato moltissimo la risposta della Curva, che lo ha sostenuto dai fischi del resto dello stadio. È un momento difficile per lui, deve reagire con carattere”.

Sulla prova di Krzysztof Piatek, in gol nel primo tempo e due errori nella ripresa: “Piatek ha giocato bene, poteva fare anche qualche gol in più. Dobbiamo pensare alla prossima partita, sarà molto difficile. I nostri tifosi sono fantastici e si meritano delle soddisfazioni. Sta lavorando bene, tutte le volte che viene chiamato in causa si fa trovare pronto. Il fatto che giochiamo con le due punte apre ad altre scelte e ad altre possibilità”.

Su Ante Rebic, una delle insufficienze delle nostre pagelle: “Ha fatto bene e ha fatto giocate di qualità. E’ una valida possibilità che abbiamo, è più una seconda punta che un esterno, secondo me”.

Samuel Castillejo è stato uno dei migliori oggi, dopo l’ottima prova di Cagliari. Ecco il pensiero di Pioli: “Samu aveva cominciato benissimo già dal mio arrivo, poi l’infortunio con la Lazio lo ha un po’ frenato. Samu sa attaccare la profondità e sa aggredire, può essere un giocatore importante per questo Milan”.

Infine su Theo Hernandez, oggi autore di uno splendido gol, l’ennesimo della sua stagione. Pioli lo punzecchia: “Deve migliorare assolutamente l’approccio alla gara. Parte sempre non troppo concentrato e non troppo reattivo, poi fa uscire la propria distanza. Deve leggere meglio le situazioni per crescere, perchè è un ruolo delicato. E’ già un giocatore fantastico, pochi terzini sono come lui con la palla. E’ un ragazzo intelligente e dipende da lui se vuol diventare un grandissimo giocatore”.

LE PAGELLE DI MILAN-SPAL 3-0