Milan, l’Europa League per salvare in parte la stagione

Aria d’Europa in casa Milan. Dopo l’entusiasmante successo di ieri a San Siro, la zona Europa League ora è distante appena due lunghezze. Un obiettivo alla portata e utile per salvare in parte la stagione. 

Ante Rebic Milan Udinese gol
Ante Rebic esulta con la squadra in Milan-Udinese 3-2 (©Getty Images)

C’è finalmente aria d’Europa per il Milan di Stefano Pioli. Non quella che davvero che davvero servirebbe al club, ma l’altra comunque importante data la disperazione in cui era ormai riversato il Diavolo fino a qualche settimana fa.

La distanza attuale, infatti, è di soli due punti adesso. E come evidenzia il Corriere della Sera oggi in edicola, agguantarla significherebbe aver salvato almeno in parte una stagione maledetta. Un’annata, non dimentichiamolo, che fino a tre settimane fa sembrava ormai gettata e segnata.

Riuscirci è possibile. Anche perché il Milan ieri ha infatti fornito un’altra prova di crescita caratteriale, di maturità e di importante tenuta mentale. Lo conferma anche la dinamica del match e il suo sviluppo. Dopo essere passati in svantaggio dopo appena pochi minuti, i rossoneri non sono sprofondati come sarebbe accaduto un tempo ma hanno avuto alla fine la forza di ribaltarla.

In altri periodi, anche solo un mese fa, questa squadra sarebbe affogata nelle sue paure e in tutti i suoi limiti. E adesso siamo al segmento chiave di questo girone di ritorno. Brescia, Verona e poi il derby. Due opportunità per aumentare di 6 punti il proprio bottino, poi l’esame di maturità. Se il Milan è finalmente una squadra vera, lo scopriremo presto.

Milan-Udinese, le pagelle della Gazzetta: super Rebic, male in quattro