Brescia-Milan, Pioli: “Stiamo guarendo, mentalità cambiata. Paquetà poco sereno”

Stefano Pioli Brescia Milan
Stefano Pioli (©Getty Images)

Stefano Pioli ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine di Brescia-Milan. Dopo tre vittorie consecutive, il mister rossonero si aspettava il poker stasera. Il successo è arrivato, anche se molto sofferto.

Questi i suoi primi commenti sul match disputato allo stadio Mario Rigamonti: «Stasera non un bellissimo Milan, ma vincente. Tecnicamente possiamo fare meglio, però adesso sappiamo soffrire e ribaltare la partita. Dobbiamo migliorare, anche se siamo soddisfatti degli ultimi risultati. La mentalità è quella giusta, ma per puntare a qualcosa di importante serve fare meglio tecnicamente e tatticamente. Stiamo guarendo, siamo una squadra diversa rispetto a quando siamo partiti. Abbiamo cambiato delle cose, soprattutto l’atteggiamento. Vogliamo fare la partita, ma sappiamo soffrire. Il Brescia ha creato difficoltà e abbiamo sbagliato tanto tecnicamente oggi, dobbiamo prepararci bene alle prossime gare. Ora c’è la Coppa Italia, che per noi è importante.».

Si parla dell’importanza di Zlatan Ibrahimovic: «Ibra è un valore aggiunto per la sua presenza in campo e lo spessore che ha. Brava tutta la squadra per aver invertito la rotta dopo la caduta di Bergamo. Serviva cambiare qualcosa in atteggiamento e prestazioni. Ibra ha aiutato, ma tutto il gruppo è stato bravo».

Successivamente Pioli ha parlato di calciomercato e di Lucas Paquetà, che ha chiesto di non essere convocato per Brescia-Milan: «Se ci saranno uscite, penso che ci saranno entrate. I dirigenti stanno lavorando, gli ultimi giorni sono difficili. Paquetà attraversa un momento particolare, avrei preferito averlo con me e prima di ieri non mi aveva manifestato nulla. Ieri mi ha detto che era poco sereno e ho preferito non convocarlo. Meglio fare un buon allenamento che una partita passiva».

Brescia Milan 0-1, video highlights: le azioni salienti del match