Home Milan News Milan, manca sempre il salto di qualità

Milan, manca sempre il salto di qualità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:40

Il Milan continua ad avere un bilancio molto negativo con le big della Serie A. 0 punti conquistati contro le prime cinque della classifica in questa stagione.

Zlatan Ibrahimovic Andrea Conti
Zlatan Ibrahimovic e Andrea Conti (©Getty Images)

Domenica sera il Milan ha accarezzato la possibilità di vincere il derby contro l’Inter, ma ha poi fallito. Nonostante i due di vantaggio del primo tempo, è successivamente crollato facendosi rimontare e sconfiggere.

È dal gennaio 2016 che i rossoneri non vincono contro i cugini in campionato. Un lungo digiuno che poteva essere spezzato stavolta, invece non è andata bene. Il bilancio della squadra contro le big della Serie A continua ad essere disastroso in questa stagione. Infatti, contro le prime cinque della classifica sono arrivati 0 punti finora.

Il Milan fatica nelle grandi partite

Il quotidiano Tuttosport ricorca che contro Juventus, Lazio e Roma il Milan se l’è giocata. Ma nel derby di andata e a Bergamo contro l’Atalanta sono arrivate sconfitte nette. Fino ad arrivare al recente k.o. bruciante ancora contro l’Inter. Ai rossoneri manca una mentalità vincente. Perdere continuamente contro questo tipo di avversari rischia di alimentare un sentimento di inferiorità.

Per la seconda volta in un mese e mezzo, il Diavolo ha reso quattro gol nel secondo tempo, fatto che già successo a Bergamo. Solo con il Napoli, la condizione di svantaggio non si è tramutata in una sconfitta, dato che Giacomo Bonaventura ha poi pareggiato. E anche quando il Milan è riuscito a riequilibrare le gare, nei momenti decisivi è andato al tappeto. È successo contro la Roma all’Olimpico e contro la Lazio a San Siro, mentre nel derby di un girone e contro Juventus e Atalanta, al gol avversario non è seguito quello milanista.

Purtroppo al Milan manca sempre qualcosa per fare il salto di qualità. Oltre a dei limiti tecnici e alle disattenzioni singole, c’è sicuramente un problema legato all’esperienza e alla personalità che sono carenti nel gruppo di Pioli. Il ritorno di Zlatan Ibrahimovic ha migliorato la situazione, però lo svedese da solo non può fare miracoli. Nel derby stava quasi per farcela, però serve essere squadra per vincere certe partite.

Leggi anche -> Repubblica – Milan, Gazidis annuncerà nuovi accordi di sponsorizzazione