André Silva non rende come Rebic: i numeri all’Eintracht

André Silva non sta entusiasmando la Bundesliga. Ottima partenza a Francoforte, poi un calo nell’ultimo periodo della stagione.

André Silva primo gol Bundesliga
André Silva (©Getty Images)

Tra Milan e Eintracht Francoforte l’affare lo hanno fatto… i rossoneri! E’ questo il parere della Gazzetta dello Sport riguardo allo scambio di mercato effettuato la scorsa estate tra i due club.

A fine agosto è stato raggiunto l’accordo per il trasferimento di Ante Rebic al Milan in prestito, in cambio di André Silva, finito a Francoforte sempre a titolo temporaneo.

L’andamento di Silva nella Bundesliga tedesca finora è stato piuttosto altalenante, un po’ come nelle ultime stagioni della sua travagliata carriera.

LEGGI ANCHE: GAZIDIS SMENTISCE ACCORDI CON RANGNICK

Rebic meglio di André Silva: i numeri dei due attaccanti

Ante Rebic Brescia Milan
Ante Rebic (©Getty Images)

I numeri del portoghese non sono neanche così male: 20 gare ufficiali tra campionato e coppe, condite da 5 reti e tre assist, per un totale di 1266 minuti giocati complessivamente.

Il problema è che André Silva è partito a razzo con la maglia dell’Eintracht, per poi perdersi negli ultimi mesi. Tre gol nelle prime quattro partite giocate in Germania, poi un problema al tendine d’achille e diverse prestazioni sotto tono, un po’ come accadde nel suo periodo al Milan 2017-2018.

Nel mese di febbraio Silva ha dato lievi segnali di ripresa, andando in gol contro l’Augusta e contro il Lipsia in coppa. Zero invece le reti in Europa League, nonostante con la maglia rossonera si fosse esaltato due anni fa proprio giocando questa competizione.

Al contrario il suo emulo Rebic al Milan sta viaggiando in crescendo. Nessuno squillo nella prima parte di stagione, mentre nel 2020 il croato ha avuto una esplosione incredibile: nelle ultime 9 gare ufficiali sono arrivate 6 reti e un assist, oltre ad una titolarità indiscutibile e un feeling eccellente con Zlatan Ibrahimovic.

LEGGI ANCHE: ANCELOTTI TORNA A PARLARE DI MILAN