Juventus-Milan, possibile chance per Paquetá: la formazione di Pioli 

Juventus-Milan, ecco la probabile formazione di Stefano Pioli. Recupera Donnarumma, chance per Paquetá in un ruolo inedito e Rafael Leão come centravanti. 

Lucas Paquetà AC Milan
Lucas Paquetà (©Getty Images)

Parallelamente a una tremenda rivoluzione che prende silenziosamente corpo, c’è sempre una semifinale di Coppa Italia da preparare. E Stefano Pioli, in questo nuovo caos totale, in qualche ci sta provando.

Anche se lavorare con quest’aria pesante, chiaramente, non è certo il modo migliore per arrivare a un già delicatissimo Juventus-Milan, gara segnata da parecchie assenze pesanti.

LEGGI ANCHE: CHI E’ RALF RANGNICK, IL TECNICO SCELTO DA ELLIOTT 

Per l’occasione, infatti, mancheranno i vari squalificati Zlatan Ibrahimovic, Samuel Castillejo e Theo Hernandez. Il tecnico dovrà dunque far fronte alle emergenze, e sembra intenzionato a farlo non derogando dall’oramai consolidato 4-2-3-1. Come infatti riferisce Tuttosport oggi in edicola, nelle prove tattiche di ieri mattina, il tecnico ha tenuto fede allo schieramento tattico recente malgrado tutte le assenze.

LEGGI ANCHE: RALF RANGNICK: COME GIOCA E MODULO PIU’ UTILIZZATO 

Juventus-Milan, le scelte di Pioli

Tra i pali ci sarà regolarmente Gianluigi Donnarumma, completamente ristabilito dopo la distorsione alla caviglia rimediata a Firenze. Recupero anche Simon Kjaer, il quale però si accomoderà in panchina e facendo spazio a Matteo Gabbia accanto ad Alessio Romagnoli.

Sulla destra ci sarà Andrea Conti, perché Davide Calabria agirà sulla corsia opposta in quanto preferito a Diego Laxalt. In mediana, al posto di Castillejo, possibile chance per Lucas Paquetá testato proprio sulla fascia destra. Per il resto confermati Hakan Calhanoglu e Ante Rebic nelle solite zone di competenza, con Rafael Leão che torna ad essere il massimo terminale offensivo.

La possibile formazione anti-Juventus: Donnarumma; Conti, Gabbia, Romagnoli, Calabria; Kessie, Bennacer; Paquetá, Calhanoglu, Rebic; Leão

LEGGI ANCHE: ECCO I TALENTI SCOPERTI DA RANGNICK