CorSera – Elliott e Gazidis vogliono tenerlo: Ibrahimovic chiede garanzie

Il fondo Elliott Management Corporation e Ivan Gazidis vorrebbero confermare Zlatan Ibrahimovic, che però non è convinto di rimanere al Milan e pretende garanzie sul progetto futuro.

ibrahimovic maldini boban
Ibrahimovic con la dirigenza (foto AC Milan)

Il ritorno di Zlatan Ibrahimovic ha inciso positivamente sul Milan e non ci sono dubbi in merito. Tuttavia, la sua permanenza in maglia rossonera è incerta.

Il 38enne centravanti svedese sta riflettendo molto, anche perché Zvonimir Boban è ormai fuori dal club e anche Paolo Maldini potrebbe seguirlo. I due dirigenti sono stati gli artefici del suo rientro a Milano e c’è un legame con loro. L’addio di entrambi può spingere il giocatore ad andarsene alla scadenza del contratto, fissata a giugno 2020.

LEGGI ANCHE -> Milan, modello Theo Hernandez per il mercato estivo: la strategia

Ibrahimovic-Milan, un futuro tutto da scrivere

Oggi il Corriere della Sera spiega che il fondo Elliott Management Corporation e l’amministratore delegato Ivan Gazidis vorrebbero confermare Ibrahimovic. La sua importanza nella crescita di un gruppo giovane è stata constatata concretamente e pertanto il desiderio è quello di prolungargli il contratto. Nonostante i 38 anni e un ingaggio pesante, Zlatan può essere ancora utile alla causa rossonera.

Chi non è convinto della permanenza di Ibrahimovic è Ralf Rangnick, colui che dovrebbe diventare il prossimo allenatore del Milan. Il 61enne tedesco lo ritiene troppo ingombrante per il suo progetto, pertanto è difficile pensare a una convivenza secondo quanto scrive il Corriere della Sera.

In ogni caso, Ibrahimovic pretende delle garanzie per rimanere in rossonero. A sua volta non è affatto convinto di restare, attende gli sviluppi societari e chiarezza sui piani futuri del club. Non è solamente una questione di soldi, comunque importanti, ma anche di progetto.

LEGGI ANCHE -> Milan, Ibrahimovic criptico: “Fallo con passione o non farlo per niente”