Milan, rifinitura a San Siro: bisogna già abituarsi al silenzio

Milan, ultimo allenamento a San Siro e non a Milanello per la squadra di Stefano Pioli. In vista di un match a porte chiuse, il tecnico vuole già abituare i suoi. 

Stadio Giuseppe Meazza San Siro
Stadio Giuseppe Meazza – San Siro (©Getty Images)

Milan, rifinitura direttamente a San Siro quest’oggi per la squadra di Stefano Pioli. Il motivo è intuibile: in vista di un match inedito a porte chiuse contro il Genoa, il tecnico vuole che la sua formazione si abitui al silenzio e al contesto surreale in cui agirà domani pomeriggio alle 15.00.

Il tecnico, dunque, questa mattina alle 10.30 farà lavorare i suoi direttamente alla scala del calcio. Cambierà tutto e bisognerà abituarsi nell’immediato: niente rumore, nessun colpo d’occhio, mancherà il calore della tifoseria e soprattutto si sentiranno quelle conversazioni solitamente coperte dall’incitamento degli spalti.

Il rischio è che in un contesto del genere qualcuno abbassi la tensione, ed è proprio questo che Pioli vuole chiaramente evitare avvisando in anticipo i suoi. La grande novità di formazione sarà Asmir Begovic, chiamato all’esordio dal primo minuto dopo essere subentrato a Firenze.

Si prenderà ancora un turno di riposo Gianluigi Donnarumma reduce da una distorsione alla caviglia, dunque spazio all’estremo difensore bosniaco che ieri ha parlato ai microfoni di Milan Tv: “L’ambientamento procede molto bene, sono felice. Gigio è un grande portiere, come Antonio. E’ la prima volta che mi capita di giocare a porte chiuse, è una situazione difficile, l’importante è rimanere concentrati”.

LEGGI ANCHE: INCONTRO GAZIDIS-PIOLI: QUATTRO TEMI AFFRONTATI