Nuovo San Siro, vertice Milan-Inter-Comune: nuovi passi avanti

Nuovo stadio, arrivano aggiornamenti importanti per Milan e Inter dopo la videoconferenza di ieri con il Comune. Si registrano sono ulteriori passi in avanti ma ora resta lo scoglio finale. 

San Siro Giuseppe Meazza
Stadio Giuseppe Meazza – San Siro (©Getty Images)

E’ tutto fermo a causa dell’emergenza coronavirus, ma in qualche modo sta andando comunque avanti il progetto relativo al nuovo San Siro. Come infatti riferisce La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, proseguono gli aggiornamenti in tal senso.

Ieri, per esempio, Milan, Inter e Comune si sono confrontati attraverso una videoconferenza per fare il punto della situazione. Assenti il presidente Paolo Scaroni e l’Ad nerazzurro Alessandro Antonello, a presenziare sono stati piuttosto di dirigenti Mark Van Huuskloot e Domenico Barile che hanno fatto il punto con gli assessori Roberta Guaineri, Piefrancesco Maran e Roberto Tasca, delegati rispettivamente per Sport, urbanistica e bilancio.

Si registrano ulteriori passi avanti, perché sembrerebbe che anche l’incontro di ieri è stato molto positivo. Si è parlato infatti anche delle volumetrie extra-stadio, fondamentali per la sostenibilità economica del progetto. La prima condizione dell’amministrazione, ovvero il mantenimento e una rifunzionalizzazione del Meazza, è stata definita a inizio 2020.

I club hanno anche dato l’ok al pagamento di 150 milioni per la concessione del diritto di superficie su San Siro a 99 anni. Adesso – riferisce il quotidiano – manca lo scoglio più grande: l’accordo sulle cubature, lo scoglio più grande. Il piano regolatore a San Siro prevede un indice di edificabilità dello 0,35, mentre nel primo progetto dei club si arrivava allo 0,63. Trovare un punto d’incontro tra le parti è la prossima sfida. Nuovo vertice ad aprile.

LEGGI ANCHE: 7 GOLD – ELLIOTT HA VENDUTO IL MILAN!