UK, accusa shock all’Italia: “Usano il Coronavirus per non lavorare”

Accusa davvero vergognosa che arriva da alcuni personaggi noti della Gran Bretagna, riguardo all’Italia e all’emergenza Covid-19.

Coronavirus in Italia
Emergenza Coronavirus (Getty Images)

Dall’Inghilterra arriva un’accusa vergognosa ed a dir poco scioccante all’Italia ed ai propri cittadini, riguardo all’emergenza Coronavirus.

Il noto medico e conduttore tv britannico Christian Jessen ha lanciato una frecciatina tutt’altro che elegante verso il nostro paese.

Gli italiani stanno usando la pandemia Coronavirus come scusa per una lunga siesta – ha ammesso senza pudore Jessen, incalzato da diversi colleghi. – Non vorrei essere razzista, ma gli italiani farebbero di tutto pur di chiudere le attività e non lavorare“.

Dichiarazioni shock che non passeranno inosservate quelle del medico inglese, che punta il dito contro l’Italia e le misure drastiche per evitare il propagarsi del contagio al Covid-19.

Ma c’è poco da scherzare in Gran Bretagna. Nelle ultime ore sono aumentati notevolmente i contagi in territorio inglese, come testimonia la positività al test per l’allenatore dell’Arsenal Mikel Arteta e per tre calciatori del Leicester.

LEGGI ANCHE -> MILAN, IDEA HYSAJ PER LA PROSSIMA STAGIONE