Caso Rugani, giallo sulla data del tampone

Dopo l’intervista di oggi di Michela Persico è scoppiato il caso Rugani sulla data in cui il difensore sarebbe stato sottoposto a tampone

Persico e Rugani tampone coronavirus
Persico e Rugani (©Getty Images)

E’ scoppiato un vero caso in casa Juventus dopo l’intervista di oggi di Michela Persico, fidanzata di Daniele Rugani, bianconero risultato positivo al coronavirus covid-19.

Dopo le parole della ragazza del difensore sono venuti alla luce delle incongruenze: la Persico ha, infatti, sostenuto che il tampone all’ex Empoli sarebbe stato effettuato domenica 8 marzo, giorno di Juventus-Inter, con l’esito comunicato il 9.

Parole smentite dai bianconeri che hanno fatto sapere che la data del test è stata mercoledì 11 marzo nella mattinata per poi essere comunicato il risultato nella serata.

LEGGI ANCHE: MILAN, I COLPI GIOVANI CON CAMPOS

Dopo la presa di posizione della Juventus è arrivata anche la rettifica, che si trova su TPI, sito che aveva intervistato la Persico: “Chiesta nuovamente conferma di questa notizia a Michela Persico è emerso che, diversamente da quanto documentato nell’audio-registrazione dell’intervista di Gambino alla fidanzata di Rugani – si legge – il difensore della Juve avrebbe fatto il tampone la mattina di martedì 10 marzo, e sarebbe risultato positivo l’11 marzo. Notizia confermata anche dall’agente di Rugani a TPI”

LEGGI ANCHE: MILAN, RITORNO DI FIAMMA PER ELLIOTT