Milan, idea Castrovilli: le tre mosse per convincerlo

Spunta una nuova pista per il calciomercato Milan: i rossoneri puntano Castrovilli, talentuoso centrocampista della Fiorentina.

Castrovilli Fiorentina
Gaetano Castrovilli (Getty Images)

Tutti pazzi per Gaetano Castrovilli. Il centrocampista della Fiorentina è uno dei maggiori talenti italiani in circolazione in questo momento.

Un calciatore duttile, di qualità, generoso. Non è un caso se sulle sue tracce da tempo si sono poste le migliori squadre italiane, dalla Roma all’Inter passando per la solita Juventus.

Ma, secondo Calciomercato.com, anche il Milan avrebbe cominciato a maturare l’idea di fare un tentativo per Castrovilli. Un acquisto che darebbe gioventù ed estro al centrocampo rossonero in vista della prossima stagione.

LEGGI ANCHE -> PIOLI, FUTURO DA DECIFRARE: I PRO E I CONTRO DEL MILAN

Milan, i tre fattori per convincere Castrovilli e la Fiorentina

Il Milan starebbe pensando ad una strategia vera e propria per cercare di passare in pole position nella corsa al cartellino di Castrovilli.

La prima mossa sarà spingere sulle simpatie rossonere del centrocampista classe ’97. Lui stesso ha dichiarato tempo fa di avere Ricardo Kakà come idolo assoluto, di aver fatto il provino al Bari con la maglia di Ronaldinho addosso e di seguire spesso Shevhcenko.

Proporgli di giocare nel Milan, club che adorava da ragazzino, magari indossando la maglia numero 22 di Kakà potrebbe essere uno stimolo enorme per Castrovilli.

Poi c’è la proposta per un posto da titolare fisso. In squadre come Inter o Juve Castrovilli rischierebbe di essere una mera alternativa, uno dei tanti. Nel Milan giocherebbe sicuramente dall’inizio, diventando un intoccabile nel progetto futuro.

Il terzo fattore riguarda l’affare tra Milan e Fiorentina. Ai viola piace molto Lucas Paquetà, che potrebbe essere inserito nella trattativa per arrivare a Castrovilli. Il brasiliano è valutato 30 milioni, il viola almeno 40. Una soluzione che potrebbe far contenti tutti.

LEGGI ANCHE -> PIATEK, NUMERI FLOP ANCHE IN BUNDESLIGA