Romagnoli, rinnovo o cessione? La posizione del Milan

Alessio Romagnoli è un pilastro del Milan, essendone anche capitano, ma il suo futuro sembra in bilico. Il club rossonero ha un’idea precisa al momento.

Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

Alessio Romagnoli è uno dei giocatori con l’ingaggio più alto nel Milan e anche la sua permanenza è stata messa in dubbio in queste settimane. Il capitano rossonero guadagna 3,5 milioni di euro netti all’anno, Ivan Gazidis dovrà valutare se confermarlo o meno.

Secondo quanto spiegato oggi dalla Gazzetta dello Sport, l’intenzione del Milan è quella di blindare Romagnoli. Il contratto scade a giugno 2022, ma la dirigenza vuole affrontare già a fine stagione l’argomento inerente il rinnovo. Si vuole evitare di ritrovarsi un giocatore come lui a un anno dalla scadenza, come successo invece con Gianluigi Donnarumma.

Romagnoli e Gigio condividono il medesimo agente, Mino Raiola. Quest’ultimo non ha mancato di esprimere dubbi sul progetto Milan. Ha auspicato una nuova cessione del club nei mesi scorsi. Non sarà facile trattare con lui i rinnovi dei suoi assistiti, la cui volontà rimane comunque decisiva al di là del pensiero del procuratore.

Il capitano rossonero ovviamente vorrà chiarezza su piani futuri del club. È legato al Milan, ma al tempo stesso è normale che voglia conoscere concretamente il progetto. Probabilmente non mancheranno offerte dall’estero e dovrà valutare se rimanere oppure prendere un’altra strada.

LEGGI ANCHE -> ICARDI AL MILAN: SPUNTA UN RETROSCENA