Tonali, assalto Milan: i dettagli dell’offerta

Il Milan si inserisce a tutti gli effetti nella corsa a Sandro Tonali, talento assoluto del Brescia: ecco la proposta dei rossoneri.

Sandro Tonali (Getty Images)
Sandro Tonali (Getty Images)

Sandro Tonali è di certo uno dei migliori talenti italiani in circolazione. Giovane, maturo, grintoso e con una qualità nel far girare palla davvero unica.

Non è un caso se Juventus e Inter, due delle maggiori big del campionato, sono da tempo sulle sue tracce. Ma di recente anche il Milan sta seriamente pensando a Tonali.

Secondo Tuttosport sarebbe pronto, da parte del club rossonero, una sorta di assalto al centrocampista classe 2000 del Brescia, valutato almeno 50 milioni di euro dal presidente Massimo Cellino.

LEGGI ANCHE -> INTER-MILAN, OGGI ALLE 12:30 IL DERBY VIRTUALE

Milan, soldi e contropartita tecnica per arrivare a Tonali

L’idea del Milan è quella di anticipare la concorrenza già in queste settimane, provando a convincere il Brescia con una proposta davvero intrigante.

I rossoneri dovranno versare una lauta parte cash, derivante dalle possibili cessioni remunerative di Franck Kessie e Lucas Paquetà, due centrocampisti che difficilmente rientreranno nei piani futuri del club.

Inoltre sarà inserita una contropartita tecnica: al Brescia verranno proposti i cartellini (a scelta) del portiere Alessandro Plizzari o del difensore Matteo Gabbia. Due giovani talenti che farebbero comodo alla società lombarda.

Un’offerta intrigante che potrebbe convincere il Brescia. Difficilmente infatti le ‘Rondinelle’ potranno pensare di trattenere Tonali, vista anche la probabile retrocessione in Serie B.

Il Milan punta anche sul gradimento del giovane regista, che in diverse interviste ha spesso fatto intendere di essere un simpatizzante rossonero fin da quando era bambino, in particolare grazie al suo idolo Rino Gattuso.

Le premesse sono buone, ma occhio alla concorrenza: anche Inter e Juve stanno preparando l’offerta per cercare di assicurarsi Tonali, considerato da molti l’erede designato di Andrea Pirlo.

LEGGI ANCHE -> MILAN, UN PIANO B PER LA PANCHINA