Begovic: “Un onore giocare nel Milan. Donnarumma tra i più forti”

Asmir Begovic Milan
Asmir Begovic (©Getty Images)

Asmir Begovic è un altro giocatore che si è concesso al Q&A organizzato dal Milan su Instagram. Il portiere bosniaco ha risposto alle varie domande fatte dai tifosi rossoneri.

Come procedono gli allenamenti a casa?

«Molto bene. Cerco di tenermi impegnato più possibile, allenandomi da solo tra corsa, cyclette e palestra. E anche con la squadra in conference call. Voglio farmi trovare pronto per quanto torneremo ad allenarci insieme».

Quali sono i tuoi hobby in casa?

«Spendo molto tempo con la mia famiglia, con i miei figli. Facciamo qualche tiro a golf nel giardino di casa, leggiamo, facciamo dei podcast. Cerchiamo di concentrare le nostre energie in cose diverse».

Come è stato l’esordio contro la Fiorentina?

«È stato bellissimo, giocare per il Milan è un grande onore e motivo di orgoglio. È stata una partita difficile, con un po’ più di fortuna potevamo vincere. Per me è stato un grande onore debuttare in rossonero e non lo scorderò mai».

Dove ti immagini tra dieci anni?

«Difficile dirlo, probabilmente avrò smesso anche se proverò a giocare ancora dieci anni. Farò qualcosa di diverso, inizierò un nuovo capitolo della mia vita, studierò le varie possibilità e vedremo quale sarà la soluzione migliore».

Qual è il giocatore più forte che hai incontrato?

«Ho giocato contro calciatori molto forti, Zlatan Ibrahimovic è uno dei più forti incontrati, fisicamente è molto forte ed è sicuramente tra i più forti contro cui ho giocato».

Cosa pensi sulla ripresa della stagione?

«Quando torneremo in campo saremo tutti molto carichi, sarà forse diverso, con o senza tifosi non si sa, ma a tutti manca molto il calcio dopo una pausa così lunga e sarebbe bello tornare ad una vita normale, si spera, e giocare insieme ai miei compagni».

Cosa ti manca del calcio?

«Mi manca molto. I tifosi, le partite, i compagni, l’atmosfera delle gare, tutto. Come ho detto, è stata una lunga pausa, forzata, e non vediamo l’ora di tornare a giocare il prima possibile».

Quali sono i cinque portieri più forti al mondo?

«Domanda difficile: ci sono molti portieri forti e potrei dimenticarne qualcuno, ma direi Marc-André ter Stegen, Jan Oblak, Gigio Donnarumma, Manuel Neuer e Thibaut Courtois».

Quali sono i compagni di squadra più divertenti?

«Bella domanda, abbiamo delle belle personalità in squadra: Samu Castillejo e Theo Hernández sono divertenti, ma anche Ibrahimovic ed Ante Rebic. Abbiamo un sacco di ragazzi divertenti, cerchiamo di tenere un’atmosfera divertente, ogni giorno».

Com’è stato giocare senza tifosi contro il Genoa a San Siro?

«È stato molto strano, è stato difficile, non mi era mai successo. Se dovremo continuare a farlo, forse saremo preparati. Ma è stato molto strano, adoriamo i nostri tifosi ed è importantissimo per noi giocare di fronte a loro».

Che rapporto hai con Rade Krunic?

«È un grande, ci conosciamo da qualche anno ed è stato bello che ci fosse lui ad accogliermi: quando sono arrivato al Milan mi ha aiutato ad ambientarmi. È una bellissima persona ed un gran giocatore. Sono fortunato ad averlo come amico».

Un messaggio finale ai tifosi.

«Un grande grazie per il sostegno, prendetevi cura di voi stessi in questi momenti difficili, non vediamo l’ora di tornare a giocare di fronte a voi e vincere insieme».

LEGGI ANCHE -> IBRAHIMOVIC PUO’ CHIUDERE LA CARRIERA IN SVEZIA